Wout Van Aert vince anche a Lavaur

Non c’è la volata di gruppo, con tanti velocisti staccati dopo la prima salita. Vince, ancora una volta, Wout van Aert che trova il suo secondo successo in questo Tour. È la giornata dei ventagli: il primo l’aveva fatto la Bora Hansgorhe di Sagan, nel finale è la Ineos che fa fuori Pogacar e Landa. Perde però anche Carapaz a causa di un problema meccanico

Tappa pazza sin dal primo km. Parte Cosnefroy per i punti sulla Côte de Luzençon, ma il gruppo va di fretta anche considerando il vento laterale. Sulla salitella c’è l’attacco della Bora Hansgrohe di Peter Sagan che ha un chiaro obiettivo: fare fuori i velocisti. Prima le difficoltà della salita, poi il ventaglio e quasi tutti gli sprinter si staccano: Caleb Ewan, Viviani, Nizzolo, Kristoff, Cees Bol e Greipel finiscono ad oltre 2 minuti. A più di un minuto c’è anche la maglia verde di Sam Bennett, anche lui rimasto attardato sulla spinta della Bora. In caso di volata di gruppo, gli avversari di Sagan restano Trentin, Bonifazio, Laporte, Coquard, Mezegec, Hofstetter, van Aert, Boasson Hagen e Colbrelli.

Al traguardo volante di Saint-Sernin-sur-Rance ci prova Sagan, ma Trentin è più lesto e si prende i 20 punti davanti allo slovacco. Il gruppo Sam Bennett finisce a 3 minuti, quello con gli altri velocisti ad oltre 6. La strategia della Bora Hansgrohe è stata comunque efficace. Sul secondo GPM di giornata prova a partire Thomas De Gendt, 27a fuga della sua carriera al Tour, ma il belga viene ripreso a 36,4 km dal traguardo.

C’è ancora vento laterale e la Ineos prova a spezzare il gruppo con Kwiatkowski. Dà una mano anche Alaphilippe e il plotone si spezza in tre: cadono nella trappola Pogacar, Landa, Chaves, Mollema, Porte oltre a Trentin che avrebbe fatto la volata al traguardo. Anche Carapaz resta attardato a causa di un problema meccanico. Il gruppetto Pogacar-Landa perde oltre un minuto. È volata: Alaphilippe rischia la collisione con Stuyven, problema meccanico per Sagan e vince facile van Aert che fa doppietta al Tour.

ORDINE D’ARRIVO:
1. Wout Van Aert Team Jumbo-Visma 3:32.03
2. Edvald Boasson Hagen NTT Pro Cycling +0.00
3. Bryan Coquard Vital Concept-B&B Hotels +0.00
4. Christophe Laporte Cofidis +0.00
5. Jasper Stuyven Trek-Segafredo +0.00
6. Clement Venturini AG2R La Mondiale +0.00
7. Hugo Hofstetter Israel Start-Up Nation +0.00
8. Egan Bernal Team Ineos +0.00
9. Adam Yates Mitchelton-Scott +0.00
10. Alejandro Valverde Movistar Team +0.00

CLASSIFICA GENERALE:
1. Adam Yates Mitchelton-Scott 30:36.00
2. Primoz Roglic Team Jumbo-Visma +0.03
3. Guillaume Martin Cofidis +0.09
4. Egan Bernal Team Ineos +0.13
5. Tom Dumoulin Team Jumbo-Visma +0.13
6. Nairo Quintana Team Arkea Samsic +0.13
7. Romain Bardet AG2R La Mondiale +0.13
8. Miguel Angel Lopez Astana Pro Team +0.13
9. Thibaut Pinot Groupama-FDJ +0.13
10. Rigoberto Uran EF Pro Cycling +0.13

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter