Wimbledon un lunedì di grande tennis

Federer prosegue il suo percorso netto a Wimbledon surclassando anche lo statunitense Johnson: 6-2, 6-3, 7-5 senza storia. Kyrgios rimane in partita un set, per un Murray di grande livello lo manda completamente fuori giri e fuori partita dal punto di vista emotivo.

Il day 8 di Wimbledon aveva in serbo match molto  interessanti a partire dal confronto sul Centrale tra Nick Kyrgios ed il numero 2 Andy Murray, chi  si aspettava un incontro equilibrato è rimasto deluso per l’eccezionale continuità di gioco messa in mostra da Murray al cospetto di un Kyrgios non sufficientemente solido mentalmente, per tenere botta ai ritmi ossessivi del britannico. Il 7-5 6-1 6-4 parla chiaro ed un messaggio rivolto a tutti quelli che vorranno contendere ad Andy i Championships 2016, Andy ha fiaccato le speranze di Kyrgios con 20 palle corte per togliere la potenza da fondo campo al giovane Australiano mossa vincente infatti dopo un primo set equilibrato Kyrgios si innervosisce e sbaglia troppo. Ai quarti di finale, lo scozzese giocherà contro Jo-Wilfred Tsonga, qualificatosi al turno successivo grazie al ritiro di Richard Gasquez quando il punteggio era sul 4-2 a favore di Tsonga.

Roger Federer apparso già in ottime condizioni contro Steve Johnson, numero 29 e giocatore insidioso sull’erba,  ma Roger ha incantato, come sempre, la platea con tocchi sopraffini, impugnando la racchetta come fosse la bacchetta di Merlino. Uno spettacolo lo svizzero che asfaltando il proprio avversario eguaglia il record di Martina Navrátilová, con 306 match vinti in carriera nello Slam e conquista i quarti di finale (6-2 6-3 7-5) dovendosela vedere con Marin Cilic, vittorioso su Kei Nishikori per via dell’abbandono del nipponico a causa di problemi fisici.

Continua  la favola di Sam Querrey che, reduce dall’incredibile successo sul n.1 del mondo Novak Djokovic, ha sconfitto quest’oggi il francese Nicolas Mahut per 6-4 7-6 6-4. Ora per l’americano ci sarà lo scontro “servizio-potenza” con Milos Raonic, impostosi su David Goffin, al termine di un incontro decisamente combattuto vinto dal canadese al quinto set, per Milos e’ la prima vittoria al quinto set rimontando dopo i primi 2 set persi, molto bravo il Canadese a reagire al gioco pulito e convincente di Goffin.

Semplicemente epico in un altro match estenuante Lucas Pouille che l’ha spuntata al quinto parziale contro l’australiano Bernard Tomic (6-4 4-6 3-6 6-4 10-8), questo giovane francese gioca un’ottimo tennis e sembra sempre a suo agio anche quando è sotto pressione.

Sospesa per oscurità il derby Ceco tra Vesely e Berdych sul punteggio di 2 set pari con Vesely che ha giocato benissimo dimostrando grande maturità e salvando la partita al Tie break del quarto set vinto 11-9 e garantendosi oggi la possibilità di arrivare ai quarti di finale.

Davvero inattesa, invece, la sconfitta di Agnieszka Radwanska, testa di serie n.3, opposta a Dominika Cibulkova (n.18 del ranking) al termine di una partita durata più di tre ore e vinta dalla Cibulkova 9-7 al terzo. Una prestazione incredibile quella della slovacca che ha stupito, evidentemente, la stessa Radwanska, inefficace quest’oggi contro i colpi della sua avversaria. Con questa vittoria ai quarti Dominika affronterà Elena Vesnina che ha avuto la meglio su Ekaterina Makarova (5-7 6-1 9-7) in un altro match “maratona”

Le sorelle Williams vanno ai quarti senza tanti problemi, con Serena che sembra essere sempre più in forma, sbarazzatasi della russa Svetlana Kuznetsova col punteggio di 7-5 6-0, e Venus vittoriosa contro Carla Suarez Navarro per 7-6 6-4.

Saluta invece Church Road Lucie Safarova, battuta da Yaroslava Shvedova (n.96 del mondo) 6-2 6-4, particolarmente adatta a questa superficie, mentre Simona Halep, pur soffrendo, raggiunge l’obiettivo dei quarti sconfiggendo una solida Madison Keys (6-7 6-4 6-3).

Grande prestazione per Anastasia Pavlyuchenkova che con un duplice 6-3 6-3 ha liquidato la temibile Coco Wandeweghe, carnefice di Roberta Vinci, la giocatrice Russa e’ potente come Coco e gioca meglio dell’americana che sbaglia troppo, la giocatrice Russa dovrà sperare nell’impresa dovendo fronteggiare Serena Williams mentre Venus giocherà contro al Shvevoda. Il quadro dei quarti vedrà inoltre un altro confronto estremamente interessante tra la Halep ed Angelique Kerber (implacabile quest’oggi contro Misaki Doi 6-3 6-1).

Ecco il tabellone dei quarti di finale :

Querrey – Raonic, Cilic – Federer, Vesely o Berdych – Pouille, Tsonga – Murray.

Serena Williams – Pavlyuchenkova, Cibulkova – Vesnina, Halep – Kerber, Venus Williams – Shevdova.

Oggi come da tradizione giornata dedica ai quarti femminili e dal quinto set di Vesely – Berdych.

About the Author

Andrea Schiavina
Nato a Bologna il 19/06/1965 titolo di studio Geometra, sport praticati a livello agonistico Nuoto, Pallanuoto, Football americano e Tennis. Appassionato di sport in genere, sono osservatore di calcio professionista, collaboro con Radio Nettuno, Abito a grizzana Morandi in provincia di Bologna sposato

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter