Wimbledon incredibile sconfitta per Nole Djokovic contro Querrey

Wimbledon Fa un po’ strano parlare di fulmine a ciel sereno, guardando il meteo di Londra, ma non si può definire altrimenti la vittoria di Sam Querrey, numero 41 del mondo, contro il numero 1 del mondo Novak Djokovic, trionfatore quest’anno degli Australian Open e del Roland Garros, nella partita valevole per il terzo turno di Wimbledon, perde una partita nei tornei dello Slam dopo 31 vittorie consecutive e salta il progetto di grande Slam che non a caso non è riuscito mai a nessuno nell’era del tennis moderno l’ultimo a riuscirci e’ stato Rod Laver nel 1962 e nel 1969.

Il serbo è stato sconfitto in un incontro durato due giornate, le persistente presenza della pioggia, in quattro set (7-6 6-1 3-6 7-6) in 3 ore e 4 minuti effettive di gioco. Nervosismo e tensione hanno accompagnato Djokovic nel corso di tutto il match, dando modo a Querrey di esprimere il suo miglior tennis come i 56 vincenti dimostrano qualche polemica di troppo per la scelta del campo, infatti Nole ha giocato nel campo 1 e non nel centrale come Murray e Federer e questo lo ha costretto ad interrompere più volte la partita, polemiche abbastanza sterili anche perché francamente il n. 1 del mondo ha giocato veramente male con tanta paura di sbagliare senza quella grinta che lo contraddistingue e che lo ha fatto diventare il giocatore più forte del mondo.

Era dal 2009 (Internazionale di Francia contro Philipp Kohlschreiber) che Novak non perdeva prima dei quarti di finale e a Wimbledon invece dal 2008 con la sconfitta contro Marat Safin.

Non delude invece le attese Andy Murray che in tre set si sbarazza dell’australiano John Millman per 6-3 7-5 6-2 mostrando solidità ed alcuni miglioramenti rispetto agli incontri precedenti. Lo scozzese sfiderà agli ottavi il vincente del match tra Nick Kyrgios e Feliciano Lopez. Termina l’avventura di Grigor Dimitrov superato da Steve Johnson per 6-7 7-6 6-4 6-2 che incontrerà al quarto turno sua maestà Roger Federer. Procede, invece, il cammino sia del giovane Alexander Zvererv che ha battuto in 5 set il russo  Youzhin e adesso giochera’ contro l’australiano  Bernard Tomic.

Nel tabellone femminile, da registrare l’eliminazione della campionessa 2014 Petra Kvitova che conferma di vivere un momento estremamente buio. La ceca è stata sconfitta da Ekaterina Makarova, numero 35 del mondo, per 7-5 7-6 e si infrange contro Lucie Safarova, il sogno di Jana Cepalova che, reduce dal trionfo contro Garbine Muguruza, non è riuscita a ripetersi contro la Safarova, vittoriosa 12-10 nel terzo set, perde anche la bella canadese Bouchard contro una grande Cibulkova. Va avanti il torneo senza tanti problemi  anche per Simona Halep e Angelique Kerber e Bacsinzky.

Gli Italiani :

Oggi giochera’ Roberta Vinci contro Coco Wandeweghe ultima giocatrice italiana rimasta nei 2 tabelloni di singolare con buone possibilità di passare il turno, mentre nel doppio continuano le pessime notizie per il tennis azzurro nel tabellone maschile perdono sia Fognini – Seppi che Lorenzi in coppia con lo spagnolo Cervantes, e nel tabellone femminile fuori subito anche Roberta Vinci in coppia con Kutnezsova e Sara Errani in coppia con la Kalanshikova.

Oggi le partite da non perdere sono alle ore 12,30 sul centrale  Vinci – Wandeweghe è come terzo match sul centrale Zverev – Berdych e sul campo 1 dalle 12,30  Kutnezsova – Stephens e  Feliciano Lopez – Kyrgios.

About the Author

Andrea Schiavina
Nato a Bologna il 19/06/1965 titolo di studio Geometra, sport praticati a livello agonistico Nuoto, Pallanuoto, Football americano e Tennis. Appassionato di sport in genere, sono osservatore di calcio professionista, collaboro con Radio Nettuno, Abito a grizzana Morandi in provincia di Bologna sposato

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter