Wimbledon day 5 grande spettacolo tra Kyrgios e Brown e Djokovic viene salvato dala pioggia, per la 4 volta nella storia di Wimbledon si giocherà Domenica

Novak Djokovic benedice la pioggia che lo salva da una clamorosa eliminazione, il numero 1 del mondo, in corsa per uno storico Grand Slam, ha perso i primi due set contro il bombardiere americano Sam Querrey (7-6 6-1) prima che la pioggia rimandasse tutto a domani e  dovrà vincere 3 set a zero per alimentare il suo sogno di gloria, quel Grand Slam che manca dal 1969.

E’ stato deciso dall’organizzazione del torneo di giocare nella domenica di mezzo che per gli inglesi è sempre stata sacra infatti sarà la quarta domenica di mezzo della storia ad aprire al torneo dopo 1991, 1997 e 2004. Un fatto storico in 130 edizioni di Wimbledon.

Facile invece il successo di Roger Federer che ha battutro in 87 minuti il britannico Daniel Evans per 6-4 6-2 6-2 qualificandosi per gli ottavi di finale, è l’unico già alla seconda settimana di gare e per lo svizzero e’ un bel vantaggio e lunedì Re Roger affronterà il vincente della sfida in programma domani tra Steve Johnson e Grigor Dimitrov.

Il match più atteso della quinta giornata di Wimbledon con Juan Martin del Potro, vittorioso in quattro set sullo svizzero Stanislas Wawrinka: 3-6 6-3 7-6 6-3 lo score in favore dell’argentino, e una vittoria  che fa bene al tennis che ritrova uno dei protagonisti più sfortunati degli ultimi anni.

Del Potro ha iniziato senza forzare troppo il ritmo, subendo il primo break dell’incontro già nel quarto game del primo set, però ha avuto la pazienza per disorientare un Wawrinka falloso e meno veloce del solito. A decidere la partita ci ha pensato un terzo set insolito, iniziato con 4 break consecutivi, poi il servizio l’ha fatta da padrone ed al tie break l’argentino ha giocato decisamente meglio assicurandosi la frazione per 7 punti a 2. Del Potro ha iniziato a credere nell’impresa, maturata poi con il break dell’ottavo gioco,  Wawrinka ha perso il servizio con un grossolano errore non forzato di dritto e l’argentino ha potuto chiudere al primo match point utile dopo 2 ore e 45 minuti di battaglia.

Del Potro non giocava Wimbledon dal 2013 quando si era spinto fino alla semifinale persa 6-3 al quinto contro Novak Djokovic. Al terzo turno Del Potro è atteso dal francese Lucas Puiolle che ha battuto per 6-4 6-3 6-3 lo statunitense Donald Young.

Al terzo turno anche Tomas Berdych, finalista qui nel 2010, che ha superato per 6-4 6-1 6-2 il tedesco Benjamin Becker. Berdych numero 10 e Kei Nishikori numero 5, sono le teste di serie più importanti rimaste in gara nel settore che era presieduto da Stan Wawrinka. Facile vittoria in tre set anche per Jo-Wilfried Tsonga che ha battuto, sempre al secondo turno, l’argentino Juan Monaco per 6-1 6-4 6-3.

Avanti anche Nick Kyrgios che ha superato in 5 set Dustin Brown, nel match più divertente della giornata con tante palle giocate sotto alle gambe adesso Kyrgios affrontera’ Feliciano Lopez partita da seguire anche nei cambi campo.

Tabellone Femminile :

Sorprese mancate per un soffio anche nel torneo femminile a tremare sono state  le sorelle Williams con Serena che ha avuto bisogno del decimo game del terzo set per scrollarsi di dosso la connazionale Christina McHale (6-7 6-2 6-4 ) con Serena che ha fatto una valanga di errori (40 non provocati e 52 provocati) e buttato via il primo set nel quale ha avuto un set point sul 5-4, 30-40. Ma Christina McHale è stata brava a credere nel recupero, ad arrampicarsi al tie break e chiuderlo al terzo set point utile. Poi c’è stata la reazione di Serena, ma nel terzo set Christina McHale ha avuto la forza di fare un ultimo allungo, salendo 2-0 e mancando 2 palle per il 3-0. Serena ha immediatamente recuperato e sul 4 pari si è definitivamente scrollata di dosso l’avversaria dopo averle annullato due palle del 5-4.
Mentre Venus Williams invece ha finito per vincere soltanto 10-8 al terzo contro la russa Daria Kasatkina (7-5 4-6 10-8 lo score), dopo che la partita era stata sospesa una seconda volta con Venus al match point sul 7-6 del terzo.

Agli ottavi anche Carla Suarez Navarro che ha battuto con un doppio 6-2 la qualificata neozelandese Marina Erakovic e Anastasia Pavlyuchenkova (7-5 6-1 a Yulia Putintseva), Annika Beck (6-2 6-1 a Aliaksandra Sasnovich) e Barbora Strycova (6-4 6-0 a Evgeniya Rodina).

About the Author

Andrea Schiavina
Nato a Bologna il 19/06/1965 titolo di studio Geometra, sport praticati a livello agonistico Nuoto, Pallanuoto, Football americano e Tennis. Appassionato di sport in genere, sono osservatore di calcio professionista, collaboro con Radio Nettuno, Abito a grizzana Morandi in provincia di Bologna sposato

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter