VOTO E PAGELLE DELLA 30° GIORNATA

VOTO E PAGELLE DELLA 30° GIORNATA DI CAMPIONATO DI SERIE A

1 POSTO: agli arbitri che ieri non hanno vissuto dei bei momenti: Rizzoli ha arbitrato malissimo il derby di Torino agevolando spudoratamente la Juventus (che molto probabilmente avrebbe vinto uguale) e facendosi trattare come uno qualunque da Bonucci; mentre Giacomelli in Atalanta Bologna ha agevolato molto la squadra di Reja non dando un rigore netto al Bologna, convalidando il secondo gol dell’Atalanta che è fallo su Maietta e espellendo Mbaye e Gastaldello. VOTO 1

2 POSTO: al Palermo di Novellino. Pareggiando ad Empoli, la squadra di Novellino adesso si trova al terz’ultimo posto in classifica facendosi sorpassare dal Carpi. Ora si fa dura per il Palermo, anche perché Zamparini sta facendo di tutto per retrocedere. VOTO 2

3 POSTO: alla Sampdoria, perde in casa contro un Chievo Verona ormai già salvo, non tirando mai in porta praticamente ed avendo in Viviano il migliore in campo. Sampdoria che rimane più che mai invischiata nella zona retrocessione. VOTO 3

4 POSTO: al Bologna, sconfitto a Bergamo per il poco gioco espresso (soprattutto nel primo tempo) e grazie ad un arbitro poco adeguato che non ha visto certe cose (vedi VOTO1). Detto questo il Bologna ha meritato la sconfitta, la squadra magari è anche destabilizzata sulle voci societarie (gli addii di Corvino e Donadoni?) e dal fatto che ormai ha raggiunto l’obbiettivo salvezza con molto anticipo. VOTO 4

5 POSTO: all’Udinese del nuovo tecnico De Canio, stava vincendo a Sassuolo, ma si è fatto rimontare da un gol di Politano. Udinese che rimane ancora in fondo alla classifica e che vede avvicinarsi sempre di più Frosinone e Carpi. VOTO 5

6 POSTO: al pareggio tra Milan e Lazio, squadre che ormai in questo campionato non hanno più nulla da dire, Lazio eliminata in malo modo in Europa League, e Milan ormai con la testa solo alla finale di Coppa Italia contro la Juventus. VOTO 6

7 POSTO: al Frosinone che costringe al pari la Fiorentina. Frosinone che gioca una partita difensivamente parlando perfetta e neutralizza le ali di Sousa. Fiorentina spenta che con Kalinic ormai con la lingua lunga fa fatica a trovare la via del gol. VOTO 7

8 POSTO: Al Carpi, con la vittoria di Verona ad oggi sarebbero salvi. Un vero e proprio miracolo sportivo. Un grande Carpi che, se non avesse mai esonerato Castori, potrebbe anche essere un po’ più tranquillo. Complimenti a questa squadra. VOTO 8

9 POSTO: alla Juventus che vince anche con qualche aiutino arbitrale e alla prova di orgoglio della Roma di Spalletti che centra il pareggio contro l’Inter. La Juventus vince il derby grazie ad un super Pogba e a un super Rizzoli, l’arbitro ne combina di tutti i colori (vedi VOTO1), la Juventus invece asflalta un Torino di poco conto, Buffon supera Sebastiano Rossi e diventa il portiere con l’imbattibilità più alta d’Italia. La Roma invece sotto 1-0 contro un’Inter cinica, riesce a rimontare grazie alla fortuna e alla caparbietà di Spalletti di mettere su punte come se piovesse. VOTO 9

10 POSTO: al Napoli, ma soprattutto ad Higuain. Mostruoso il secondo gol suo, Napoli che continua a tenere il passo della Juventus grazie a lui ma anche grazie ad un gioco di squadra eccelso. VOTO 10

About the Author

Matteo Negri
Matteo Negri nato a Bologna il 17 novembre 1983. Grande appassionato di sport, ma non mi piace praticarlo. Conduttore radiofonico su radio Bologna uno di una trasmissione dal nome Football Drivetime e conduttore di una trasmissione sportiva su YouTube dal nome singolare!

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter