Voti e pagelle della 11° giornata della Serie A

Voti e pagelle della 11° giornata della Serie A.

1 POSTO: all’Inter, la sconfitta con Samp per 1-0 grazie al gol di Quagliarella, costa la panchina a De Boer, come se fosse solo colpa sua. Inter che fa fatica a trovare un gioco, squadra allestita male e in fretta. Ora la panchina è affidata per la sfida di Europa League a Vecchi allenatore della primavera, ma entro la settimana verrà presa la decisione: uno tra Pioli o Mandorlini con la sorpresa Hidding in agguato. VOTO 1

2 POSTO: al Palermo, perde anche a Cagliari e la panchina di De Zerbi già scricchiola. Cagliari che torna alla vittoria grazie alla doppietta del suo capitano Dessena, al rientro dopo 1 anno di inattività a causa di un brutto infortunio. Palermo che paga un mercato scellerato, dove forse puntare sul solo Diamanti non darà i suoi frutti. VOTO 2

3 POSTO: al Pescara, perde col Milan vero, ma la squadra di Oddo ha una difficoltà a far gol a dir poco imbarazzante. Peggio del Pescara solo l’Empoli. VOTO 3

4 POSTO: al Bologna, perde il derby dell’Appennino, grazie ad una cavolata di Gastaldello che si fa espellere per un fallo da rigore evitabile. Bologna che in 10 uomini ha fatto fatica a creare occasioni per recuperare, Fiorentina che si è limitata a tenere il vantaggio. Bologna involuto sul piano del gioco, che perde per infortunio anche Verdi, che sarebbe anche stato convocato da Ventura. VOTO 4

5 POSTO: alla Roma che non va oltre lo 0-0 contro un Empoli che non riesce a segnare. Roma che sbatte sul muro dell’ex Skorupski autore di una prova maiuscola. VOTO 5

6 POSTO: al pareggio tra Udinese e Torino, che lascia tutti scontenti, Udinese di Del Neri al terzo risultato utile consecutivo, il Toro che continua nel bel gioco offensivo ma nelle amnesia difensive. VOTO 6

7 POSTO: alla Lazio, batte anche il Sassuolo grazie ad un super Immobile e Simone Inzaghi può finalmente togliersi delle soddisfazioni grazie al ritrovato Immobile. Sassuolo un po’ falcidiato dagli infortuni. VOTO 7

8 POSTO: all’Atalanta, che batte il Genoa di Juric grazie alla doppietta di Kurtic. Atalanta che vola in classifica grazie alla cura Gasperini che ha capito che cambiare modulo si può. VOTO 8

9 POSTO: alla Juventus, batte in Napoli nello scontro scudetto, grazie al gol dell’ex Higuain, che non esulta. Juventus che approfitta anche del passo falso della Roma e si porta a +4 in classifica. VOTO 9

10 POSTO: al Crotone, prima storica vittoria in Serie A alla seconda partita giocata in casa, forse lo Scida da la marcia in più agli uomini di Nicola, che può contare su Trotta e Falcinelli in grande forma. Complimenti al Crotone che si rimette prepotentemente in gioco per la salvezza. VOTO 10

About the Author

Matteo Negri
Matteo Negri nato a Bologna il 17 novembre 1983. Grande appassionato di sport, ma non mi piace praticarlo. Conduttore radiofonico su radio Bologna uno di una trasmissione dal nome Football Drivetime e conduttore di una trasmissione sportiva su YouTube dal nome singolare!

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter