Vince sempre Mark Cavendish anche a Valence

Britain's Mark Cavendish, wearing the best sprinter's green, celebrates as he crosses the finish line to win the sixth stage of the Tour de France cycling race over 160.6 kilometers (99.8 miles) with start in Tours and finish in Chateauroux, France, Thursday, July 1, 2021. (Guillaume Horcajuelo, Pool Photo via AP)

Sembrava la giornata giusta per Sonny Colbrelli, ma il campione nazionale italiano fora e viene attaccato dal gruppo. Lui riesce a rientrare, ma non farà lo sprint. Cosa che riuscirà a fare Cavendish che batte van Aert e Philipsen a Valence, centrando il suo 33° successo di tappa al Tour. Si trova a -1 dal record di vittorie di Merckx. Pogacar resta in giallo

Non manca la classica fuga di giornata, con l’attacco di Van der Sande e Houle. I due non fanno paura né per la classifica generale né per i velocisti che vogliono vincere la tappa, e il gruppo lascia fare. C’è un solo GPM, con un punto a disposizione, e Houle fa un dispetto al corridore belga che aveva tirato per tutta la salita. Il canadese, però, lascia al compagno di fuga il traguardo volante. Sprint posto sulla salita di La Placette e c’è grande bagarre tra i velocisti: la BikeExchange fa un ritmo intenso e Cavendish si stacca, ma per Matthews non c’è nulla da fare perché la volata la vince il solito Sonny Colbrelli che si prende i 15 punti. Occhio poi alla discesa con un mini attacco di Küng, ma lo svizzero viene stoppato dal gruppo.

Non mancano mai le cadute e finisce a terra quasi tutta la Ineos Grenadiers, si salva Carapaz che resta nel gruppo maglia gialla. Anche alcuni della Jumbo Visma vanno giù, ma van Aert riesce a restare sulla sua bici senza riportare conseguenze. A 36 km dal traguardo viene neutralizzata la fuga e la BikeExchange ricomincia a fare un gran ritmo per mettere in difficoltà Mark Cavendish. La velocità aumenta, ma arriva un immenso Alaphilippe a calmare i bollenti spiriti e a salvare Cav. Poi è la Deceuninck Quick Step ad alzare la velocità visto il vento laterale e la foratura di Sonny Colbrelli, che ci mette tanto per trovare una nuova bici. Il campione nazionale italiano riesce comunque a rientrare in gruppo dopo un inseguimento durato 6 km, grazie all’aiuto di Haller.

L’azione della Deceuninck Quick Step vuole mettere in difficoltà tutti visto il vento laterale. Ecco che vengono aiutati anche dai Jumbo Visma che provano a far cadere nella trappola Pogacar. Lavorano tanto van Aert e Vingegaard, ma lo sloveno riesce a rientrare grazie all’aiuto di Bjerg. È un tutti contro tutti, perché danno delle passate violenti anche Uran, Gaudu e Carapaz. Tutti provano a guadagnare qualcosa sui rispettivi rivali di classifica. Nessuno viene però sorpreso, se non Miguel Ángel López che è già fuori classifica. Ecco che la Deceuninck Quick Step riprende la corsa in mano e porta Cavendish a 100 metri dal traguardo: il britannico è ancora una volta il più veloce e batte van Aert e Philipsen all’arrivo di Valence. Niente da fare per Colbrelli che paga lo sforzo per l’inseguimento precedente.

ORDINE D’ARRIVO:
1. Mark Cavendish Deceuninck-Quick Step 4:14.07
2. Wout Van Aert Team Jumbo-Visma +0.00
3. Jasper Philipsen Alpecin-Fenix +0.00
4. Nacer Bouhanni Team Arkea Samsic +0.00
5. Michael Matthews Team Bikeexchange +0.00
6. Michael Morkov Deceuninck-Quick Step +0.00
7. André Greipel Israel Start-Up Nation +0.00
8. Peter Sagan Bora-Hansgrohe +0.00
9. Anthony Turgis Team Total Direct Energie +0.00
10. Cees Bol Team DSM +0.00

CLASSIFICA GENERALE:
1. Tadej Pogacar UAE Team Emirates 38:25.17
2. Ben O’Connor AG2R Citroen Team +2.01
3. Rigoberto Uran EF Education-Nippo +5.18
4. Jonas Vingegaard Team Jumbo-Visma +5.32
5. Richard Carapaz Ineos Grenadiers +5.33
6. Enric Mas Movistar Team +5.47
7. Wilco Kelderman Bora-Hansgrohe +5.58
8. Alexey Lutsenko Astana-Premier Tech +6.12
9. Guillaume Martin Cofidis +7.02
10. David Gaudu Groupama-FDJ +7.22

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter