Vince Marc Hirschi a Sarran

Era la tappa più lunga del Tour de France e non sono mancati i tentativi di fuga. Sulla terza salita parte quella buona, ma il numero lo fa Hirschi che guadagna in discesa e va tranquillo fino al traguardo, riuscendo a resistere al tentativo di rimonta di Alaphilippe. Non cambia nulla in classifica generale: Primoz Roglic sempre in maglia gialla

È la tappa più lunga del Tour e non mancano i tentativi di fuga. Ci vogliono entrare anche Peter Sagan e Matteo Trentin per arrivare a fare la volata del traguardo volante, ma il gruppo stoppa il tentativo. Riescono ad evadere dal plotone prima Politt, Erviti, Luis León Sánchez e Walscheid, poi si accodano anche Asgreen e Burgaudeau. A Politt lo sprint intermedio di Le Dorat e i velocisti si devono accontentare del 7° posto: se lo prende Sam Bennett che viene lanciato alla grande da Morkov, con Sagan solo 9° con lo slovacco che finisce a -70 dal corridore della Deceuninck Quick Step.

Dietro ci sono la Bora Hansgrohe e la CCC a tirare il gruppo: Sagan si mette al lavoro per Schachmann, Trentin e De Marchi per Van Avermaet che in una tappa del genere potrebbero cercare il guizzo. A 43 km dall’arrivo viene ripresa la fuga, ma sulla Côte de la Croix du Pey partono ad uno ad uno altri corridori: ci sono Benoot con i compagni di squadra Hirschi e Kragh Andersen, poi Soler e Schachmann. Sull’ultima salita restano Hirschi, Soler e Schachmann: a 3 km dallo scollinamento parte Soler, ma lo spagnolo viene rimontato e scavalcato dallo svizzero. Da dietro prova a partire anche Alaphilippe, trainato dal fido compagno di squadra Devenyns.

Hirschi guadagna tantissimo in discesa su Soler e Schachmann e dietro anche Alaphilippe resta a distanza senza riuscire a guadagnare terreno. Il gruppo maglia gialla tranquillo a 2 minuti di distanza. Il duo inseguitore viene ripreso dal gruppo Alaphilippe, Hirschi ha ancora 50” e riesce a difendersi alla grande sulla salitella finale. Dopo tre tentativi lo svizzero riesce quindi a vincere al Tour, poi giungono Rolland e Kragh Andersen, con Alaphilippe staccato a causa di un problema meccanico.

ORDINE D’ARRIVO:
1. Marc Hirschi Team Sunweb 5:08.49
2. Pierre Rolland Vital Concept-B&B Hotels +0.47
3. Soren Kragh Andersen Team Sunweb +0.52
4. Quentin Pacher Vital Concept-B&B Hotels +0.52
5. Jesus Herrada Cofidis +0.52
6. Maximilian Schachmann Bora-Hansgrohe +0.52
7. Hugo Houle Astana Pro Team +0.52
8. Sébastien Reichenbach Groupama-FDJ +0.52
9. Kenny Elissonde Trek-Segafredo +0.56
10. Nicolas Roche Team Sunweb +0.56

CLASSIFICA GENERALE:
1. Primoz Roglic Team Jumbo-Visma 51:26.43
2. Egan Bernal Team Ineos +0.21
3. Guillaume Martin Cofidis +0.28
4. Romain Bardet AG2R La Mondiale +0.30
5. Nairo Quintana Team Arkea Samsic +0.32
6. Rigoberto Uran Ef Pro Cycling +0.32
7. Tadej Pogacar UAE Team Emirates +0.44
8. Adam Yates Mitchelton-Scott +1.02
9. Miguel Angel Lopez Astana Pro Team +1.15
10. Mikel Landa Bahrain-McLaren +1.42

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter