Vince Lorenzo Dalla Porta che si avvicina al Mondiale

2018 Leopard Racing during the 2018 Season of World Motorcycle Championship 2018 race 16 Japan GP in Twin Ring Motegi Circuit, Motegi - Japan © 2018 mirco lazzari mircolazzari@yahoo.it

Gara importante, forse decisiva in ottica mondiale. A vincere il Gran Premio del Giappone sul circuito di Motegi é Lorenzo Dalla Porta. 25 punti fondamentali per la classifica: Canet cade a sette giri dalla fine e così l’italiano si ritrova con 47 punti di vantaggio. Secondo Arenas, terzo Vietti

Siamo pronti per il Gran Premio del Giappone classe Moto3, sedicesima tappa del Motomondiale 2019. In pole position Niccolò Antonelli, seguito da Alonso Lopez e Tatsuki Suzuki. Il leader del mondiale Lorenzo Dalla Porta è sesto mentre Aron Canet è ottavo, seguito da Celestino Vietti. Tutto pronto, 20 i giri da percorrere, si spengono di semafori.

Parte bene Suzuki, seguito da Lopez, Yurchenko, Antonelli, Garcia, Arenas, Dalla Porta e Vietti. Doppia caduta, a terra Kornfeil e Rodrigo, riders ok. Altra caduta, Booth-Amos, rider ok.

Si chiude il primo giro, Suzuki precede Lopez, Yurchenko, Antonelli, Garcia, Arenas, Dalla Porta, Canet, Vietti e McPhee. Stefano Nepa è 15esimo, Arbolino 17esimo.

Canet scavalca Dalla Porta, mentre al secondo passaggio Suzuki continua a guidare la gara, seguono Lopez, Antonelli, Garcia, Arenas, Yurchenko, Canet, Dalla Porta, McPhee e Vietti. Stefano Nepa è 15esimo, Arbolino 16esimo.

Perde qualche posizione Dalla Porta, mentre Canet si porta in sesta posizione. Il terzo giro si chiude con Suzuki davanti a Lopez, Garcia, Antonelli, Arenas, Canet, Yurchenko, McPhee, Dalla Porta e Vietti.

Dalla Porta rimonta, ricordiamo che il pilota del Team Leopard non aveva disputato il warm up a causa di un problema elettronico alla sua Honda. Cade intanto Darryn Binder, rider ok. Grande Dalla Porta che sorpasso dopo sorpasso si porta in seconda posizione proprio davanti a Canet.

Attacco di Dalla Porta che si prende il comando della gara. Giunti a metà gara Dalla Porta comanda davanti a Suzuki, Arenas, Garcia, Canet, McPhee, Vietti, Arbolino, Lopez e Masia. Antonelli è 13esimo.

Finisce nella ghiaia la rimonta di Tony Arbolino, che partito nelle retrovie era in Top Ten. Il pilota del Team Snipers si teneva la gamba sinistra ed è stato portato in ambulanza al centro medico.

Sette piloti a giocarsi la vittoria, Dalla Porta, Suzuki, Arenas, Garcia, Vietti, Canet e McPhee. Colpo di scena! Caduta per Aron Canet! Duro colpo per il mondiale del pilota del Max Racing Team. In questo momento sarebbero 47 i punti di vantaggio di Lorenzo Dalla Porta sullo spagnolo. Canet risale in sella ma dopo pochi giri rientra mestamente ai box.

Cinque giri al termine, Dalla Porta sempre in testa, ma Suzuki e Lopez sono vicini, così come Garcia, Arenas e Vietti. Attacco di Suzuki, che si porta in testa, ma Dalla Porta si riprende la prima piazza.

Ultimi giri di gara, Dalla Porta è sempre in testa. Inizia l’ultimo giro, Arenas passa Suzuki, mentre Vietti è davanti a Lopez. Ultime curve, Dalla Porta vince davanti ad Arenas e ad un grande Vietti che batte Suzuki.

Dal centro medico arrivano intanto notizie confortanti per Tony Arbolino, nessuna frattura alla gamba, solo una forte contusione.

ORDINE D’ARRIVO:
1. Lorenzo Dalla Porta Leopard Racing 39:34.86
2. Albert Arenas Angel Nieto Team Moto3 +0.09
3. Celestino Vietti Sky Racing Team Moto3 +0.19
4. Tatsuki Suzuki SIC58 Squadra Corse +0.28
5. Sergio Garcia Estrella Galicia 0,0 +0.43
6. John McPhee Petronas Sprinta Racing +3.64
7. Jaume Masia Bester Capital Dubai +7.22
8. Marcos Ramirez Leopard Racing +7.38
9. Alonso Lopez Estrella Galicia 0,0 +8.17
10. Andrea Migno Bester Capital Dubai +12.05

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter