Vince Lennard Kamna a Villard de Lans

Dopo diversi tentativi, trova finalmente la vittoria Kämna che sulla penultima salita stacca Alaphilippe, Reichenbach e soprattutto Richard Carapaz che era stato l’ultimo a mollare. Prima vittoria per la Bora Hansgrohe, mentre il gruppo arriva con più di 10 minuti di ritardo. Roglic si difende bene da Pogacar che aveva provato un allungo: si stacca ancora Bernal

Tanti, tantissimi tentativi di fuga. Ci prova Trentin, ci prova anche Sagan ma lo slovacco viene marcato a uomo da Sam Bennett per non perderlo in vista del traguardo volante. Ai -143 km parte finalmente la fuga di giornata con la presenza di Barguil e Anacona, Carapaz e Amador, Verona e Erviti, Reichenbach, Alaphilippe, Kämna e Daniel Oss, Pacher, Bettiol, Roche, Trentin e Juul-Jensen. Da dietro rientrano anche Rolland, Casper Pedersen e Benoot. Intanto, al traguardo volante di Saint-Joseph-de-Rivière è Matteo Trentin a prendersi i 20 punti, con il corridore trentino che rientra così nella classifica per la maglia verde.

Rolland si prende i punti del Col de Porte, mentre sulla terza salita di giornata rientrano altri cinque corridori: Sicard, Powless, Sivakov, Nieve e Geschke con la testa della corsa composta così da 23 uomini. Rolland si prende anche la Côte de Revel, poi è bagarre sul Saint-Nizier-du-Moucherotte. Il primo a partire è proprio il suo compagno di squadra Pacher, poi si forma un quartetto composto da Reichenbach, Alaphilippe, Carapaz e Kämna. Il vincitore del Giro 2019 attacca e manda fuori giri Alaphilippe, ma Kämna risponde proprio all’altezza dello scollinamento. Il tedesco guadagna circa un minuto nel tratto in discesa e si difende sull’ultima salita con Carapaz che arriva con 1’27” di ritardo.

In gruppo situazione parzialmente tranquilla, ma Bernal perde ancora e si stacca con i velocisti sulla penultima salita. Prova a recuperare qualcosa Guillaume Martin che si fa lanciare da Edet, ma dopo un paio di km il gruppo rimonta grazie al lavoro di Gesink della Jumbo Visma. Ultima salita: Pogacar cerca subito un allungo, ma lo sloveno viene inseguito da Roglic mentre si stacca Nairo Quintana. Pogacar ci prova ancora, ma Roglic non lo lascia andare da nessuna parte. Fa uno scatto anche Miguel Angel Lopez che guadagna però solo un secondo.

ORDINE D’ARRIVO:
1. Lennard Kamna Bora-Hansgrohe 4:12.52
2. Richard Carapaz Team Ineos +1.27
3. Sébastien Reichenbach Groupama-FDJ +1.56
4. Pavel Sivakov Team Ineos +2.34
5. Simon Geschke CCC Team +2.35
6. Warren Barguil Team Arkea Samsic +2.37
7. Tiesj Benoot Team Sunweb +2.41
8. Nicolas Roche Team Sunweb +2.47
9. Quentin Pacher Vital Concept-B&B Hotels +2.51
10. Julian Alaphilippe Deceuninck-Quick Step +2.54

CLASSIFICA GENERALE:
1. Primoz Roglic Team Jumbo-Visma 70:08.47
2. Tadej Pogacar UAE Team Emirates +0.40
3. Rigoberto Uran EF Pro Cycling +1.34
4. Miguel Angel Lopez Astana Pro Team +1.45
5. Adam Yates Mitchelton-Scott +2.03
6. Richie Porte Trek-Segafredo +2.13
7. Mikel Landa Bahrain-McLaren +2.16
8. Enric Mas Movistar Team +3.15
9. Tom Dumoulin Team Jumbo-Visma +5.19
10. Nairo Quintana Team Arkea Samsic +5.43

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter