Victor Campenaerts vince la fuga di Gorizia

Giro d'Italia 2021 - 104th Edition - 15th stage Grado - Gorizia 147 km - 22/05/2021 - Victor Campenaerts (BEL - Team Qhubeka Assos) - photo Dario Belingheri/BettiniPhoto©2021

È ancora una volta un fuggitivo a vincere in questa edizione del Giro, l’8° su 15 tappe. Alla fine se la giocano Campenaerts e Riesebeek sul pavé di Gorizia, ma il belga ha lo spunto migliore e conquista la sua prima tappa in un Grande Giro. I big si “riposano” alla vigilia della tappa regina e Bernal resta in maglia rosa. Niente da fare per Simone Consonni e Cataldo

Avvio di tappa a fuoco per andare in fuga, ma una caduta scatena il classico effetto domino. Più di 20 corridori coinvolti e la Giuria di Corsa neutralizza l’inizio della frazione che porta la carovana rosa a Gorizia. Dopo circa mezz’ora si riparte e va via un gruppetto di 15 corridori: tra questi anche gli italiani Stefano Oldani, con il compagno Vanhoucke, Dario Cataldo, con il compagno Albert Torres, e Simone Consonni. Ci sono anche clienti difficili come Bauke Mollema, Arndt e Campenaerts. Provano a sganciarsi altri corridori come Pasqualon e Tagliani, ma non riescono a ricongiungersi con la fuga. Il gruppo lascia fare e finisce ben presto a oltre 10 minuti, tra loro anche Sagan e Cimolai che si disinteressano della tappa nonostante potesse essere un finale adatto alla loro sfida per la maglia ciclamino.

A 30 km dal traguardo cominciano i primi scatti nel gruppo di testa, con Campenaerts che blocca un primo allungo di Riesebeek. Si fa vedere anche De Bondt, ma ai -22,5 km dal traguardo ecco che viene fuori un terzetto. È proprio Campenaerts a scatenare questa azione insieme ad Albert Torres e Riesebeek, con lo spagnolo che però si stacca sul terzo passaggio del Gornje Cerovo. Vanhoucke prova a riportare sotto Oldani, ma non ha più la gamba, provano a rientrare anche Hermans, Cataldo e Mollema ma è ormai troppo tardi. Scaramucce continue tra Campenaerts e Riesebeek, ma si decide tutto in volata sul pavé di Gorizia. Parte Riesebeek, ma l’olandese anticipa troppo e viene così passato da Campenaerts che piazza il colpo vincente.

ORDINE D’ARRIVO:
1. Victor Campanaerts Team Qhubeka Assos 3:25.25
2. Oscar Riesebeek Alpecin-Fenix +0.00
3. Nikias Arndt Team DSM +0.07
4. Simone Consonni Cofidis +0.07
5. Quinten Hermans Intermarche-Wanty-Gobert Materiaux +0.07
6. Dario Cataldo Movistar Team +0.07
7. Bauke Mollema Trek-Segafredo +0.09
8. Albert Torres Movistar Team +0.44
9. Juan Molano UAE Team Emirates +1.02
10. Max Walscheid Team Qhubeka Assos +1.02

CLASSIFICA GENERALE:
1. Egan Bernal Ineos Grenadiers 62:13.33
2. Simon Yates Team Bikeexchange +1.33
3. Damiano Caruso Bahrain-Victorius +1.51
4. Aleksandr Vlasov Astana-Premier Tech +1.57
5. Hugh Carthy EF Education-Nippo +2.11
6. Giulio Ciccone Trek-Segafredo +3.03
7. Remco Evenepoel Deceuninck-Quick Step +3.52
8. Daniel Martinez Ineos Grenadiers +3.54
9. Romain Bardet Team DSM +4.31
10. Tobias Foss Team Jumbo-Visma 5.37

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter