USA-Ecuador 2-1: Dempsey e Zardes fanno volare i padroni di casa in semifinale

Gli USA approdano alle semifinali della Copa America, dopo aver battuto l’Ecuador. Affronteranno la vincente fra Argentina e Venezuela.

al 22′ Dempesy (USA), al 65′ Zardes (USA) e al 74′ Arroyo (Ecuador)

Stati Uniti (4-4-2)

B. Guzan
20 G. Cameron
5 M. Besler
6 J. Brooks
13 J. Jones
4 M. Bradley
23 F. Johnson
11 A. Bedoya
8 C. Dempsey
7 B. Wood
9 G. Zardes

Allenatore: J. Klinsmann

Ecuador (4-2-3-1)

A. Domínguez
10 W. Ayoví
4 J. Paredes
3 F. Erazo
2 A. Mina
16 A. Valencia
6 C. Noboa
11 M. Arroyo
18 C. Gruezo
7 J. Montero
13 E. Valencia

Allenatore: G. Quinteros

Si è aperto quest’oggi il programma dei quarti di finale della Copa América Centenario 2016 al Century LinkField di Seattle, si sono sfidati i padroni di casa degli Stati Uniti e l’Ecuador. Gli ecuadoregni andavano alla ricerca della loro prima qualificazione di sempre alle semifinali, mentre i giocatori a stelle e strisce vi erano riusciti una sola volta, nel 1995.

Partita non molto emozionante con le squadre che sentono tanto l’importanza della posta in gioco, partita indirizzata purtroppo dall’arbitro del Colombiano Roldan che annulla prima non fischia un rigore abbastanza evidente di Cameron su uno scatenato Montero ed annulla un gol ad Enner Valencia per un fuorigioco inesistente.

Ad iniziare con un atteggiamento più offensivo è la squadra guidata in panchina da Jürgen Klinsmann, con i principali pericoli per la porta difesa da Alexander Domínguez che sono arrivati dai calci d’angolo, al 17′, la prima vera palla goal capita sui piedi di Bobby Wood, che si trova di fronte alla porta ecuadoregna, ma da posizione troppo defilata calcia a lato, Michael Arroyo prova a rispondere per i sudamericani, ma anche la sua conclusione risulta imprecisa, arriva il gol degli Stati Uniti  al 22′, con un colpo di testa di Clint Dempsey, trovato libero in area da un bel assist di Jones, il centravanti degli Stati Uniti arriva alla sua terza rete in 4 partite, Arroyo è sempre il più attivo dei suoi, ma la sua conclusione, poco prima della mezz’ora di gioco, viene respinta da John Brooks che salva un gol sicuro, al 42′, invece, gli USA sfiorano il raddoppio in contropiede, con Alejandro Bedoya, che però tira tra le braccia di Domínguez.

L’inizio della ripresa, vede un’Ecuador carico e più aggressivo che crea un paio di occasioni buone per il pareggio e segnerebbe al 48′ il gol del pareggio con Enner Valencia ma che l’arbitro annulla per un fuorigioco inesistente dello stesso attaccante del West Ham e pochi minuti dopo non concede un rigore sul contrasto in area di rigore tra Cameron e Montero, le squadre si innervosiscono e al 52′ arriva la doppia espulsione di Jermaine Jones ed Antonio Valencia, con Valencia che scalcia scioccamente Zardes a centrocampo e nella discussione Jones mette una mano in faccia ai giocatori dell’Ecuador, le due squadre restano quindi in dieci uomini, ma  è ancora Dempsey che si rende pericoloso che al 59′ prova un tiro dal limite dell’area che però termina alto, il raddoppio arriva al 65′, con Gyasi Zardes che insacca a porta vuota dopo l’assist del solito Dempsey, che attira su di sé le attenzioni di portiere e difesa per poi scaricare sul compagno, al 74′ arriva il gol dell’Ecuador sugli sviluppi di un calcio di punizione che porta i sudamericani ad accorciare le distanze, con uno schema che libera Michael Arroyo, libero di tirare con potenza dal limite dell’area per battere l’estremo difensore avversario, da quel momento in poi c’è solo una squadra in campo l’Ecuador che crea un paio di occasioni per arrivare al gol del pareggio con Enner Valencia che però è impreciso  ancora nel recupero gli ecuadoregni ci provano ancora ma senza successo, triplice fischio e vittoria e passaggio del turno agli Stati Uniti che aspettano in semifinale la vincente di Argentina e Venezuela.

Peccato per l’Ecuador che si è dimostrato sicuramente una squadra migliore con individualità superiori come quelle del bravissimo Montero e dei due Valencia, mentre negli USA grande partita di Dempsey, Wood, Brooks e Jones, in semifinale gli Americani non avranno a disposizione per squalifica Jones, Bedoya e Wood assenze molto pesanti per una squadra che gioca quasi sempre con gli stessi giocatori.

Questa notte alle ore 02,00 Colombia – Perù

About the Author

Andrea Schiavina
Nato a Bologna il 19/06/1965 titolo di studio Geometra, sport praticati a livello agonistico Nuoto, Pallanuoto, Football americano e Tennis. Appassionato di sport in genere, sono osservatore di calcio professionista, collaboro con Radio Nettuno, Abito a grizzana Morandi in provincia di Bologna sposato

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter