US Open Angelique Kerber batte in tre set Korilina Pliskova e conquista gli US Open

Angelique Kerber – Karolina Pliskova 6-3, 4-6, 6-4

La Kerber dopo essere diventata la n. 1 del mondo conquista dopo 2 ore e 4 minuti gli US Open ed il secondo titolo dello slam.

Partita che vede un’inizio di partita abbastanza strano con la Pliskova al servizio che rompe le corde al primo game  sul 30/40, incredibile la scelta di giocare con corde già usate,  la Kerber porta a casa il primo set per 6-3 strappando il servizio alla sua avversario anche nell’ultimo Game del set, sfruttando i troppi gli errori gratuiti della Pliskova 17 contro i soli 3 della Kerber.

Nel  secondo set la Pliskova è molto brava ad invertire la storia della partita che avrebbe potuto travolgerla quando nel secondo game il suo doppio fallo n. 3 facilita la rimonta di Kerber da 40-0 a 40-40. Un break in quella situazione avrebbe probabilmente dato via libera alla vittoria della tedesca, ma la Pliskova non si fa prendere dal panico e con due bei servizi tiene la battuta ed impatta sull’1-1, il pallino del gioco è ora più chiaramente nelle mani della Pliskova, che riesce con maggiore continuità a tirare i suoi colpi ma senza sbagliare così tanto, si procede con il punteggio in equilibrio fino al settimo game quando la Kerber cede la battuta da 30-0, subendo l’ultimo punto su uno schema palla corta e pallonetto al volo che fa impazzire  il pubblico dell’Arthur Ashe, questo break fa sì che la Kerber diventi più nervosa, sbaglia qualcosa in più ma soprattutto non sposta più come nel primo set la sua avversaria, che così riesce a giocare le sue bordate da fondo campo e chiudere a rete con continuità e grande sicurezza e dopo 1 ora e 27 minuti riporta in parità il match vincendo il secondo set per 6-4 e portando la Kerber al terzo set.

Nel terzo e decisivo set la Kerber continua ad avere più paura della sua avversaria, infatti la Pliskova si porta sul 3-1, forse la giovane giocatrice ceca si rende conto in questo momento di essere a pochi passi da un’enorme impresa ed il braccino inizia a tremare, sul 3-2 quattro errori gratuiti le costano il controbreak, la Kerber invece  ha sicuramente più esperienza in questo tipo di incontri, e con l’aiuto del servizio e di un diritto lungolinea in corsa che inchioda le righe nell’angolo destro di Pliskova rimonta un game da 0-30 e passa a condurre 4-3, ma la Pliskova si scuote ed ha una reazione di orgoglio vince il servizio portando il punteggio sul 4-4, ma negli ultimi 2 game della partita la tennista Ceca non vince neanche un punto commettendo 4 errori gratuiti, permettendo alla Kerber di chiudere il Match sul 6-4.

Bellissima la partita piena di emozioni con la Pliskova che non riesce a vincere la partita per i troppi errori gratuiti 37 e pochi ace solo 5 ma che ha fatto vedere di avere fatto un’importantissimo scatto  mentale e che nei prossimi anni vedremo ancora nelle fasi finali dei tornei più importanti, mentre la Kerber ha dimostrato di essere la giocatrice più forte del 2016, a volte ancora troppo emotiva ma sempre difficile da battere con una grinta che poche giocatrici hanno.

Siamo ad una svolta del tennis femminile, con un’era che si sta chiudendo quella delle sorelle Williams che hanno dominato per oltre 15 anni, ora è il momento di giocatrici come Kerber, Muguruza, Pliskova, Halep, Konjuh, Bencic, Keys e Woszniacki

Ieri si è giocata anche la finale del doppio maschile con la vittoria di Jamie Murray – Bruno Soares che batto la coppia spagnola Carreno Busta- Garcia Lopez con il punteggio di 6-3, 6-2

Oggi ovviamente tanta attesa per la finale maschile tra Djokovic e Wawrinka prevista alle ore 22 italiane.

About the Author

Andrea Schiavina
Nato a Bologna il 19/06/1965 titolo di studio Geometra, sport praticati a livello agonistico Nuoto, Pallanuoto, Football americano e Tennis. Appassionato di sport in genere, sono osservatore di calcio professionista, collaboro con Radio Nettuno, Abito a grizzana Morandi in provincia di Bologna sposato

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter