Una super Roma annienta l’Udinese: 0-4

Alla Dacia Arena goleada giallorossa con le reti di Zaniolo, Smalling, Kluivert e Kolarov su rigore, nonostante l’inferiorità numerica per più di un’ora per l’espulsione di Fazio. L’allenatore portoghese scavalca così il Napoli e si porta in zona Champions. I friulani incassano la seconda batosta in 3 giorni con 11 gol totali al passivo

FORMAZIONI:

Udinese (3-5-2): Musso; Becao, Troost-Ekong, Samir; Ter Avest, Mandragora, Jajalo, De Paul, Sema; Okaka, Lasagna. All. Tudor.

Roma (4-2-3-1): Lopez; Santon, Smalling, Fazio, Kolarov; Mancini, Veretout; Zaniolo, Pastore, Kluivert; Dzeko. All. Fonseca.

CRONACA:

Fonseca nella solita emergenza recupera kluivert che rientra dalla squalifica e subito viene schierato con Zaniolo e pastore dietro Dzeko, confermata la coppia veretout Mancini a centrocampo con Santon, Smalling, Fazio e Kolarov davanti a Pau lopez. Tudor dopo la dura e pesante sconfitta di Bergamo, deve cercare di schierare una Udinese, tra le mura amiche, a giocare una partita difficilissima perché la Roma dimostra fin da subito di avere una determinazione importante. La gara parte così subito con la Roma che tenta di dominare il gioco e si vede, anche se i ragazzi di Tudor partono bene a loro volta. I giallorossi però al 13′ passano in vantaggio con Zaniolo che su lanciò di Kolarov sfrutta un errore del difensore bianconero e si invola verso Musso e lo batte con una conclusione efficace. La Roma continua a giocare ma l’Udinese subisce il colpo anche se le decisioni di Otranto spingono i bianconeri a crederci. Al 31′ una espulsione che ha dell’incredibile perché Fazio e Okaka vanno contrasto fisico e senza subire fallo Okaka si lascia cadere e per l’arbitro è fallo ed espulsione. Roma in 10 e l’Udinese che ci crede, ma la Roma si dimostra solida. le squadre vanno al riposo con la Roma in vantaggio ma in dieci, al rientro dagli spogliatoi la Roma al pronti via della ripresa dopo appena sei minuti raddoppia con Smalling che sugli effetti del corner realizza il raddoppio giallorosso, a questo punto l’udinese viene investita dall’ondata giallorossa che triplica dopo appena tre minuti dal raddoppio e allora al 54′ Kluivert servito da pastore batte Musso e porta a tre. Le reti giallorosse. I ragazzi di Tudor subiscono il colpo ma la Roma dimostra forza, concretezza e possesso della partita, era molto tempo che non si vedeva una Roma così. A firmare il poker ci pensa Kolarov che al 65′ realizza un penalty concesso per fallo di mano di Samir, IL serbo realizza e la Roma chiude virtualmente il match. la bravura dei ragazzi di Fonseca è stata proprio qui perché altre volte l’attenzione calava e l’avversario riprendeva coraggio mentre oggi è rimasta concentrata e non permesso molto ai friulani. l’Udinese dal canto suo a subito una seconda debacle i tre giorni e Tudor, se confermato sulla panchina, dovrà cercare la soluzione per far ricrescere i suoi giocatori, perché con 11 gol subiti in due partite la situazione è tutt’altro che rosea. Migliore in campo per la Roma Pastore e per l’Udinese Okaka.

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter