Una super-Lazio si mangia anche il Genoa: 3-2

Show a Marassi. I biancocelesti vanno in vantaggio al 2’ con Marusic e dilagano nella ripresa con il “solito” Immobile e una punizione magistrale di Cataldi. Inutile il tentativo di rimonta rossoblù con i gol di Cassata e Criscito su rigore. Lazio di nuovo a –1 dalla vetta e a +5 dall’Inter

FORMAZIONI:

Genoa (3-5-2): Perin; Biraschi, Soumaoro, Masiello; Ankersen, Behrami, Schone, Cassata, Criscito; Favilli, Sanabria. All. Nicola.

Lazio (3-5-2): Strakosha; Gabarron, Vavro, Radu; Marusic, Milinkovic-Savic, Leiva, Alberto, Jony; Caicedo, Immobile. All. Inzaghi.

CRONACA:

Dopo appena due minuti la formazione di Inzaghi è già in vantaggio con il perentorio inserimento di Marusic, che resiste di forza al contrasto dei due centrali e insacca sotto l’incrocio . Al quarto d’ora gli ospiti sfiorano il raddoppio con Caicedo, che da posizione defilata impegna Perin al grande intervento sul primo palo. La reazione rossoblù è affidata al piede di Schone, che prima impegna Strakosha su calcio di punizione, poi serve con un gran cross Favilli: l’attaccante schiaccia di testa ma coglie il palo. Prima dell’intervallo la squadra di Nicola attacca a testa bassa e arriva con pericolosità in area avversaria con Ankersen e Sanabria, ma le conclusioni non trovano lo specchio della porta.

A inizio ripresa l’Aquila torna a pungere con un’azione avvolgente: il solito Immobile raccoglie una seconda palla in area e la scarica all’angolino basso dove Perin non può arrivare. La replica dei padroni di casa arriva però immediata con un super goal di Cassata, che pesca dal cilindro un perfetto destro a giro all’incrocio e riapre i giochi. Nicola gioca la carta dell’ex Pandev, ma il prossimo squillo è ancora laziale: questa volta con il neo entrato Cataldi, che trova un bellissimo calcio di punizione e lascia immobile il portiere italiano. Nel finale la gara si accende nuovamente con un tocco di mano di Lazzari sul cross di Pandev in area: l’arbitro consulta il VAR e assegna il penalty. Dagli undici metri capitan Criscito accorcia, ma nel finale la difesa della Lazio tiene una sofferta vittoria.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter