Una Roma devastante ipoteca la qualificazione: 3-0 al Basaksehir

La Roma cala il tris in Turchia contro il Basaksehir. Gara senza storia e decisa già nei primi 45′ dal rigore di Veretout e ai gol di Kluivert e Dzeko, entrambi ispirati da un immenso di Pellegrini. I giallorossi, a 8 punti, rientrano in corsa per tutto, anche per il 1° posto, condiviso col ‘Gladbach

FORMAZIONI:

Basaksehir (4-3-3): Gunok; Ponck, Skrtel, Epureanu, Clichy; Okechukwu, Topal, Kahveci; Visca, Crivelli, Gulbrandsen. All. Buruk.

Roma (4-2-3-1): Lopez; Santon, Mancini, Smalling, Kolarov; Diawara, Veretout; Zaniolo, Pellegrini, Kluivert; Dzeko. All. Fonseca.

CRONACA:

Ad Istanbul era fondamentale vincere per il passaggio del turno e la Roma non ha deluso le aspettative chiudendo già nel primo tempo il risultato senza concedere nulla al Basaksehir. Mister Fonseca conferma la formazione di domenica con un solo cambio, perché nel ruolo di terzino destro c’è Santon preferito a Spinazzola che va in panchina e con Florenzi che è rimasto a Roma per un problemino fisico. Anche i turchi scendono in campo con la formazione tipo nel tentativo di poter impensierire la squadra giallorossa senza riuscirci, perché i padroni di casa non impensieriscono quasi mai seriamente la Roma. I ragazzi di Fonseca spingono da subito ma la squadra di casa sembra tenere bene alla squadra giallorossa che possiede il pallino del gioco e cerca di colpire centralmente in contropiede, poi la Roma prende bene le misure e cosi la partita va a senso unico. Il primo episodio è un mancato rigore a zaniolo, che si invola verso la porta avversaria e al momento della conclusione viene atterrato ma il direttore di gara lascia proseguire. La Roma condomina a produrre e al 30′ l’arbitro non può che concederlo il rigore questa volta per fallo di mano. Veretout va sul dischetto e non sbaglia, al 30′ è 1-0; la Roma non si ferma e pellegrini si scatena con gli assist perché prima Kluivert e poi a Dzeko è il centrocampista romano che serve i due assist che prima il giovane olandese al 40′ e poi il bosniaco al 46′ realizzano rispettivamente il secondo e terzo gol. La Roma va al riposo sul 3-0 con il risultato in cassaforte. Nella ripresa è la gestione del risultato a farla da padrone e il walzer dei cambi permette a Fonseca di far rifiatare chi in tutte queste gare non ha mai riposato, due su tutti Kolarov e Dzeko e sono entrati Spinazzola e Mkhitaryan. Esce anche pellegrini per under, ma si segnala un fatto bruco e grave da parte del pubblico turco per durante il secondo tempo durante lo stop per battere un angolo il giovane trequartista romanista viene colpito da una monetina riportando un ferita sanguinante. Dopo le sostituzioni la Roma si trasforma davanti con under Mkhitaryan e Kluivert dietro a Zaniolo schierato falso nueve. La gara non regala altre emozioni ed allora la Roma porta a casa un risultato importante, ora basterà vincere l’ultima in casa e sarà qualificazione. Migliore per la Roma pellegrini mentre per il Basaksehir Ponck.

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter