Una grande Lazio schianta il Torino: 4-0

I biancocelesti travolgono i granata grazie alla straordinaria rete del difensore e alla doppietta del bomber. Completa il tabellino lo sfortunato autogol di Belotti e ora Walter Mazzarri è a rischio esonero

FORMAZIONI:

Lazio (3-5-2): Strakosha; Gabarron, Acerbi, Radu; Marusic, Milinkovic-Savic, Cataldi, Alberto, Lulic; Caicedo, Immobile. All. Inzaghi.

Torino (3-4-1-2): Sirigu; Izzo, N’Koulou, Lyanco; De Silvestri, Meité, Baselli, Laxalt; Lukic; Zaza, Belotti. All. Mazzarri.

CRONACA:

Fase iniziale di sostanziale equilibrio, spezzato dall’eurogoal di Acerbi: sinistro da circa trenta metri che lascia di sasso il povero Sirigu, impotente. Uno schiaffo alle ambizioni del Torino che subisce anche il raddoppio: Nkoulou permette ad Immobile di calciare col destro, scelta più che mai sbagliata visto che il bomber biancoceleste trova l’angolo per il personale sigillo.

La reazione degli ospiti è minima: Strakosha disinnesca un bolide di Meité, Belotti raccoglie il pallone che si stampa sulla traversa. Mazzarri si gioca la carta Iago Falque al posto di un evanescente Zaza ma a siglare il tris è la Lazio: Nkoulou si becca il secondo giallo per un intervento in ritardo su Caicedo che costa il rigore, trasformato da Immobile che spiazza Sirigu. Nel finale i padroni di casa hanno anche l’opportunità di andare sul 4-0 con il nuovo entrato Correa e Marusic, stoppati alla perfezione dall’estremo difensore granata. Il poker arriva nel modo più inaspettato: Belotti, di testa, anticipa involontariamente Sirigu firmando una sfortunata autorete. Ultima emozione di un match senza storia.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter