Un Milan opaco si salva: 1-1 con la Sampodoria

Rientro faticoso dei rossoneri dopo la pausa riservata alle nazionali. Nel lunch match della 29esima giornata, a San Siro, finisce 1-1 con la Sampdoria. Succede tutto nel primo tempo: vantaggio blucerchiato col 10° gol stagionale di Quagliarella su disastro difensivo di Hernandez. Poi, dopo il rosso a Silva, il Milan trova il gol con Hauge all’87’ ed un palo di Kessié al 93′

FORMAZIONI:

Milan (4-2-3-1): Donnarumma; Saelemaekers, Kjaer, Tomori, Hernandez; Bennacer, Kessié; Castillejo, Calhanoglu, Krunic; Ibrahimovic. All. Pioli.

Sampdoria (4-4-2): Audero; Bereszynski, Tonelli, Colley, Augello; Candreva, Thorsby, Silva, Damsgaard; Quagliarella, Gabbiadini. All. Ranieri.

CRONACA:

La partenza aggressiva degli uomini di Ranieri sorprende i rossoneri, che per la prima mezzora soffrono il pressing alto dei blucerchiati e le percussioni sugli esterni di Damsgaard e Candreva. Da un cross su punizione di quest’ultimo nasce la più nitida palla-goal del primo tempo, con il colpo di testa di Thorsby deviato in calcio d’angolo da un reattivo Donnarumma. Il Milan guadagna metri col passare dei minuti ma non riesce a impensierire la difesa blucerchiata. L’unico episodio degno di nota è un dubbio contatto in area tra Ibrahimovic e Augello che l’arbitro Piccinini decide di non sanzionare.

Serve una giocata individuale o un errore per sbloccare la parità, arrivano entrambi al 57′: imperdonabile leggerezza di Hernandez che sbaglia la misura di un passaggio orizzontale sulla propria trequarti, sul pallone si avventa Quagliarella che vede Donnarumma fuori dai pali e lo scavalca con un morbido pallonetto. Samp avanti 1-0 a San Siro, che dopo pochi minuti resta però in dieci uomini per il secondo giallo ai danni di Adrien Silva. Pioli inserisce prima Rebic e poi Hauge cercando di aumentare il peso offensivo della sua squadra ma il Milan fatica tremendamente ad arrivare al tiro, nonostante la superiorità numerica. A salvare i rossoneri nel finale è proprio il giovane attaccante norvegese, che all’87’ riceve in area da Kessié e batte Audero con un destro a giro. In pieno recupero proprio Kessié viene liberato al tiro da Ibrahimovic ma la sua conclusione, complice una deviazione, si infrange sul palo.

Quarta partita casalinga consecutiva in campionato per il Milan senza i tre punti, per la Samp il rammarico di una prestazione di grande sostanza sfociata solo in un pareggio.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter