Un grande Bayern non basta: l’Atletico torna in finale

Dopo l’1-0 della gara di andata al Calderon Bayern Monaco ed Atletico cercano il pass per la finale di Milano del prossimo 26 maggio.
Il goal segnato all’andata da Saul permette all’Atletico Madrid di partire con un leggero vantaggio, ma il Bayern Monaco ha già ampiamente dimostrato di essere letale soprattutto quando gioca davanti alla propria tifoseria.

FORMAZIONI: Bayer Monaco – Atletico Madrid
Rispetto al match d’andata Guardiola presenta qualche cambiamento. In porta Neuer, Boateng in coppia con Martinez al centro della difesa, sulle fasce Lahm e Alaba mentre Alonso viene schierato a protezione della difesa. Trovano posto anche Ribery e Muller con Costa e Vidal. Il riferimento offensivo è Lewandowski.

Simeone conferma la medesima formazione scesa in campo in una settimana fa, Oblak tra i pali con Godin che riprende il suo posto al centro della difesa con Gimenez, Juanfran e Felipe Luis sulle fasce. Gabi e Fernandez a giostrare in cabina di regia mentre Koke e Saul hanno il compito di supportare la manovra offensiva dalle corsie laterali. Il peso dell’attacco è sulle spalle di Torres e Griezmann.

CRONACA:

Spinto dalla propria tifoseria, il Bayern Monaco spinge subito sull’acceleratore per pareggiare lo svantaggio maturato nel match d’andata. Costa fa il bello ed il cattivo tempo sulla corsia di destra, ma i suoi compagni non ne approfittano a dovere. Oblak è decisivo nel chiudere lo specchio della porta a Lewandowski e Ribery, ma nulla può sul calcio piazzato di Alonso che viene sporcato quel tanto che basta da Gimenez per permette ai bavaresi di portarsi in vantaggio. L’Atletico Madrid va in confusione e dopo appena 2′ rischia di capitolare un’altra volta. Gimenez trattiene in area di rigore Martinez ed obbliga il direttore di gara Cakir ad indicare il dischetto del rigore. Sul punto di battuta si presenta Muller che si vede respingere la conclusione da Oblak, poi reattivo anche sul tap-in di Alonso. Nel finale di primo tempo c’è spazio anche per un principio di lite tra Ribery e Simeone, che viene mantenuto con le forze dai propri collaboratori.

Così come nella prima frazione di gioco, anche nella ripresa il Bayern Monaco si riversa nella metà campo dell’Atletico Madrid esponendosi a pericolosi contropiedi. E proprio da una ripartenza in velocità arriva il pareggio dei ‘Colchoneros’: Torres lancia in profondità Griezmann, che a tu per tu con Neuer lo supera con un piazzato che ammutolisce l’Allianz Arena. Ai padroni di casa non resta che attaccare a testa bassa e cercare quel guizzo che gli permetterebbe di riaprire il discorso qualificazione. Come al solito ci pensa Lewandowski che approfitta della torre di Vidal per sovrastare di testa Godin e riportare in gioco la sua squadra. A rovinare lo spettacolo in campo per poco non ci pensa l’arbitro, che concede un rigore inesistente all’Atletico Madrid: il fallo di Martinez su Torres, infatti, avviene fuori area. Dal dischetto il Nino si lascia ipnotizzare da Neuer.

Al triplice fischio finale sono i ‘Colchoneros’ ad esultare.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter