Trionfa Tao Geoghegan a Piancavallo

Piancavallo è spacca gambe, ma è spacca gamba l’andatura di Jai Hindley che mette tutti in fila per fare il ritmo a Wilco Kelderman. Vince Geoghegan Hart davanti all’olandese che si avvicina alla maglia rosa di Joao Almeida. Perdono, e tanto, Nibali e Pozzovivo

Dal km 0 parte la fuga di giornata con ben 12 corridori al comando: all’attacco ci sono De Gendt e Holmes, Villella, Chirico, Visconti, Dennis, Padun, Navarro, Vendrame e Boaro, mentre perdono contatto Haas e Zardini. Provano l’inseguimento anche Ruben Guerreiro e Giovanni Carboni, ma solo Samitier riesce a raggiungere la testa della corsa che prende un margine di circa 6 minuti sul gruppo. Gruppo guidato dalla NTT di Domenico Pozzovivo e dalla Sunweb di Kelderman. Visconti scatenato sui primi GPM, con il corridore della Vini Zabù che passa per primo sia sul Sella Chianzutan che sulla Forcella di Monte Rest, prendendo i punti necessari per issarsi alla testa della classifica scalatori.

La Sunweb di Kelderman riduce il vantaggio dei fuggitivi a 3 minuti e la fuga si spacca in tre tronconi sulla terza salita di giornata. Se ne va da solo Rohan Dennis ai -44 km, prova l’inseguimento Thomas De Gendt, più dietro Visconti a caccia ancora di punti per la classifica scalatori. Il siciliano si prende il 3° posto sulla Forcella di Pala Barzana, portandosi a quota 118 punti. Dietro dopo Nico Denz, è Chad Haga a fare l’andatura, ma cominciano a farsi vedere anche gli uomini di Fuglsang nelle prime posizioni. Ci sono diversi cadute, mentre Vincenzo Nibali resta ben presto senza compagni di squadra considerando il ritiro di Gianluca Brambilla.

Rohan Dennis comincia l’ultima salita con 54” di vantaggio sugli immediati inseguitori, ma il gruppo maglia rosa rinviene a 1’34” grazie all’ultima trenata degli Astana. Boaro, che era andato in fuga, lavora in testa al gruppo, poi arriva Felline. Fuglsang però non parte e c’è ancora la Sunweb a fare un ritmo violento. Dennis viene ripreso ai -9, mentre si staccano subito Pozzovivo, Pello Bilbao, Konrad e McNulty. Almeida tiene le ruote di Kelderman mentre ai -8,5 km anche Vincenzo Nibali lascia la compagnia. Con Kelderman e Almeida ci restano solo Masnada, Geoghegan Hart e Majka. L’andatura di Jai Hindley fa male e nel finale di Piancavallo si forma un terzetto con Almeida costretto ad inseguire. Hindley porta Kelderman fino in cima, ma a prendersi la tappa è Geoghegan Hart che parte a 200 metri dal traguardo: è la quinta vittoria di tappa per un corridore della Ineos Grenadiers. Kelderman può comunque essere soddisfatto perché si porta a 15” nella generale da Almeida, mentre Nibali e Fuglsang arrivano a 1’36” e Pozzovivo a 1’54”. Uno sfracello per tutti i corridori di classifica.

ORDINE D’ARRIVO:
1. Tao Geoghegan Team Ineos 4:58.52
2. Wilco Kelderman Team Sunweb +0.02
3. Jai Hindley Team Sunweb +0.04
4. Joao Almeida Deceuninck-Quick Step +0.37
5. Rafal Majka Bora-Hansgrohe +1.22
6. Patrick Konrad Bora-Hansgrohe +1.29
7. James Knox Deceuninck-Quick Step +1.36
8. Pello Bilbao Bahrain-McLaren +1.36
9. Jakob Fuglsang Astana Pro Team +1.36
10. Vincenzo Nibali Trek-Segafredo +1.36

CLASSIFICA PRINCIPALE:
1. Joao Almeida Deceuninck-Quick Step 59:27.38
2. Wilco Kelderman Team Sunweb +0.15
3. Jai Hindley Team Sunweb +2.56
4. Tao Geoghegan Team Ineos +2.57
5. Pello Bilbao Bahrain-McLaren +3.10
6. Rafal Majka Bora-Hansgrohe +3.18
7. Vincenzo Nibali Trek-Segafredo +3.29
8. Domenico Pozzovivo NTT Pro Cycling +3.50
9. Patrick Konrad Bora-Hansgrohe +4.09
10. Fausto Masnada Deceuninck-Quick Step +4.12

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter