Trento ritrova la sua intensità, manda ko Milano e riapre la serie 2-1

Trento fa valere il fattore campo e riapre la serie. Il 72-65 ai danni di Milano vale il 2-1 in finale in attesa di gara 4 al Pala Trento. Dominique Sutton e Dustin Hogue fanno la voce grossa per Trento, dall’altra parte non bastano i 13 di Curtis Jerrells e Davis Bertans.

Dolomiti Energia Trento – EA7 Emporio Armani Milano 72-65
(17-17, 18-14, 23-17, 14-17)

Trento: Sutton 19, Hogue 18, Gomes 13, Silins 8, Shields 6, Forray 4, Gutierrez 4. All. Buscaglia.

Olimpia Milano: Bertans 13, Jerrells 13, Goudelock 8, Gudaitis 7, Kuzminskas 7, Micov 6, Tarczewski 6, Cinciarini 3, Pascolo 2. All. Pianigiani.

CRONACA:

Milano esce meglio dai blocchi grazie alla sapiente regia di Andrea Cinciarini e alla consistenza offensiva di Tarczewski, ma Trento rimane incollata alla partita grazie alla produttività nel pitturato di uno straripante Dustin Hogue e guadagna il primo vantaggio ad un minuto dalla prima sirena con il recupero prodigioso di Gutierrez e la schiacciatona di Gomes. Il PalaTrento s’infiamma e le squadre aprono il fuoco senza soluzione di continuità, con le rispettive caratteristiche: 5 triple da oltre l’arco – con percentuale del 50% sporcata di Goudelock e dall’errore di Pascolo – per unìOlimpia sempre più solida in questo fondamentale, mentre l’Aquila é strabordante e scrive 24 rimbalzi, di cui ben 8 offensivi. Il punteggio riflette l’equilibrio generale ma prima dell’intervallo lungo i liberi di un Sutton da 12 di valutazione nei primi 20′ e la schiacciata di Shavon Shields portano i padroni di casa sul +4. Trento s’inerpica sul +13 grazie alla partenza a razzo nel quarto periodo, sfondando la difesa dell’EA7 e compattandosi a protezione del proprio canestro. Silins é micidiale da oltre l’arco, mentre Hogue dà continuità alla sua missione facendo schizzare la sua valutazione. Dopo il canestro di capitam Forray si scuote l’Olimpia, con Gudaitis a suonare la carica, ma l’eurostep deluxe di Sutton oscura di nuovo la vallata per gli ospiti. Terzo periodo da super eroe per il nativo di Durham, Carolina del Nord. Milano esce con le ossa rotte dal parziale, ma si riporta sul -10 grazie alla tripla nel finale di Jerrels. Inizio del quarto periodo incendiato dall’antisportivo Bertans su Betinho: oro colato per Trento che cominciava a sentire il fiato sul collo di Milano. Trento perde in lucidità, Milano cresce in difesa e si riporta entro la doppia cifra di svantaggio grazie alle sontuose penetrazioni di Bertans; la tripla del solito Jerrells riapre definitivamente il match, con cinque lunghezze a dividere le due squadre ed il tecnico per flopping di Gutierrez non fa che aggravare la sitazione dei padroni di casa. Ancora una volta sono Hogue e Sutton a togliere le castagne dal fuoco con rimbalzi cruciali su entrambi i lati del campo; l’Olimpia non riesce a ricucire oltre al -5, Trento non segna dal campo nell’ultimo periodo ma é redditizia dalla lunetta e porta a casa questo punto di siderale importanza.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter