Il Torino rimonta la Fiorentina: 2-2 a Firenze

Finisce in pareggio il posticipo. Fiorentina avanti 2-0 con le reti di Riccardo Saponara e Nikola Kalinic nel primo tempo, viene rimontata da Andrea Belotti, che sigla una doppietta dopo aver sbagliato un rigore.

FORMAZIONI:

Fiorentina (4-2-3-1): Tatarusanu; Salcedo, Rodriguez, Astori, Sanchez; Badelj, Valero; Chiesa, Saponara, Tello; Kalinic. All. Sousa.

Torino (4-3-3): Hart; Zappacosta, Ajeti, Moretti, Barreca; Benassi, Lukic, Baselli; Falque, Belotti, Boye. All. Mihajlovic.

CRONACA:

La Fiorentina deve riscattarsi dopo la cocente eliminazione dall’Europa League e c’impiega pochi minuti per sbloccare il risultato. Borja Valero impegna da distanza ravvicinata Hart, sulla cui ribattuta, in acrobazia, Saponara trova la giocata vincente. E’ il primo goal in maglia Viola per l’ex Empoli. Il Torino non riesce ad entare in partita e così i padroni di casa ne approfittano, grazie soprattutto alla giornata di grazia di Chiesa. L’esterno offensivo strappa gli applausi del pubblico con una trivela che per poco non imbecca Kalinic. La squadra di Sousa chiude, di fatto, il Torino nella propria trequarti e ci vuole solo un grande Hart per impedire che la Fiorentina dilaghi. Il portiere rimedia all’erroraccio di Ajeti chiudendo lo specchio a Kalinic, quindi viene graziato da Tello che calcia a lato da ottima posizione. Pochi minuti dopo lo spagnolo si ripresenta davanti all’estremo difensore granata, bravo ancora una volta ad opporsi. Tuttavia nulla può sull’incornata di Kalinic sugli sviluppi di un calcio d’angolo: è 2-0 Fiorentina.

Nella ripresa si vede ben altro Torino. Merito di Rossettini, che dà stabilità al reparto difensivo. Merito di un atteggiamento molto più propositivo. Eppure la Fiorentina non molla e con Saponara sfiora il tris, ma la palla decide di non entrare di pochissimi metri. La Viola subisce l’iniziativa granata e con Salcedo gli regala la possibilità di ridurre lo svantaggio. Il difensore abbatte Boyè in area di rigore e l’arbitro non può che indicare il dischetto. Sul punto di battuta si presenta Belotti, la cui conclusione di potenza sbatte sulla traversa. Continua la malediazione penality per gli uomini di Mihajlovic. – Il rigore sbagliato non abbatte il Torino, che continua a macinare gioco. L’appuntamento con il goal è solo rimandato. Moretti tiene in campo un pallone destinato sul fondo ed in acrobazia serve l’indisturbato Belotti che deve solo appoggiare in rete di testa. E’ la rete che riapre la gara. Mihajlovic ci crede e butta dentro anche l’ex Ljajic. La Fiorentina non riesce ad uscire dalla propria metà campo ed il pareggio arriva inevitabile. E la firma è sempre del Gallo Belotti, che raggiunge Dzeko e Higuain in testa alla classifica. Nel recupero Ljajic cerca anche il colpo del definitivo ko, ma Tatarusanu vola e salva il risultato.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter