Torino-Inter finisce 2-2

In una partita senza pause, l’Inter in vantaggio per primi con Geoffrey Kondogbia viene raggiunta poco dopo da Daniele Baselli. Nella ripresa il Torino rimonta con Afriyie Acquah, ma Antonio Candreva firma il definitivo pareggio.

FORMAZIONI:

Torino (4-3-3): Hart; Zappacosta, Rossettini, Moretti, Molinaro; Baselli, Lukic, Acquah; Iturbe, Belotti, Ljajic. All. Mihajlovic.

Inter (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Medel, Miranda, Ansaldi; Gagliardini, Kondogbia; Candreva, Banega, Perisic; Icardi. All. Pioli

CRONACA:

Entrambe le squadre iniziano su ritmi piuttosto alti ma è l’Inter a farsi vedere con maggiore pericolosità in area granata grazie alle sgroppate di Perisic a sinistra e agli inserimenti di Gagliardini. Con il passare dei minuti il Torino prende le misure ai nerazzurri e cerca di ripartire soprattutto con Iturbe, molto più attivo di Ljajic. Mentre Belotti e Icardi faticano a ricevere palloni giocabili in area avversaria. La partita resta piacevole con frequenti capovolgimenti di fronte ma a trovare il vantaggio è l’Inter con Kondogbia che, al termine di un’azione di forza nell’area granata, beffa un Hart nell’occasione tutt’altro che incolpevole. Vantaggio quelo nerazzurro che dura meno di cinque minuti dato che sugli sviluppi di un corner Baselli sfrutta al meglio la spizzata di Moretti e appoggia in rete il pallone dell’immediato pareggio. Si va all’intervallo sull’1-1. Risultato sostanzialmente giusto al termine di 45 minuti di grande intensità ma senza grandi occasioni.

In avvio di ripresa lo spartito della gara non cambia ma il Torino parte meglio dell’Inter e sfiora il vantaggio con Belotti su cui Handanovic si supera di piede prima che Lukic venga chiuso in corner, vantaggio che arriva poco dopo quando Acquah indovina il tiro a giro su cui il portiere sloveno non può nulla. Pioli invece perde Medel per infortunio e sostituisce Banega con Eder ma il goal del pareggio lo firma Candreva che sfrutta un altro erroraccio di Hart. Nel finale Mihajlovic toglie Iturbe e Ljajic per Iago Falque e il giovane Boyè, che mette in apprensione la difesa dell’Inter almeno in un paio di occasioni. Il risultato però, nonostante qualche tentativo disperato degli ospiti non cambia più. All’Olimpico finisce 2-2.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter