Torino – Bologna 5-1: Tripletta di Belotti

Il Torino riscatta l’esordio rifilando un 5-1 al Bologna. Tripletta per Belotti, che sbaglia anche un altro rigore. A segno anche Martinez e Baselli, di Taider la rete rossoblù.

Torino-Bologna 5-1 Marcatori: Belotti 28’, Taider 32’, Belotti 38’ p.t., Martinez 8’, Baselli 35’, Belotti 43’ s.t.

Torino (4-3-3): Padelli; De Silvestri, Bovo, Castan, Molinaro; Vives, Benassi (24’ s.t. Acquah), Baselli; Falque (dal 31’ s.t. Boyé), Belotti, Ljajic (26’ p.t. Martinez). All. Mihajlovic

Bologna (4-3-3): Mirante; Krafth, Oikonomou, Gastaldello, Masina; Taider (31’ s.t. Di Francesco), Pulgar, Dzemaili (10’ s.t. Nagy); Verdi, Destro, Rizzo (10’ s.t. Krejci). All. Donadoni.

Arbitro: Rocchi.

Ammoniti: Pulgar, Bovo, Gastaldello.

Bologna troppo brutto per essere vero, che paga le disattenzioni difensive ed esce umiliato dal 5-1 contro il  Torino.

Con una tripletta, Belotti, che si fa parare un’altro rigore (5 gol nelle ultime 3 partite contro i rossoblù) è ancora una volta il sicario della squadra di Donadoni che però si mette nei guai da sola con errori ingenui dietro e deve ringraziare Mirante se il passivo non è ancora più tondo grazie al rigore intercettato al centravanti granata nel finale.

Donadoni fa delle scelte curiose e toglie Nagy e Kreici per far entrare dal primo minuto Dzemaili e Rizzo.

L’inizio di partita con buona personalità aveva illuso, puniti al primo errore i rossoblù sono stati tenuti a galla da Taider ma  nel secondo tempo sparisce dal punto  di vista fisico e il Torino vince agevolmente la partita.

Un campanello d’allarme da non sottovalutare in questi ultimi giorni di mercato, che sicuramente Bigon e Fenucci non sottovaluteranno di certo.

Oikonomou pensa bene di dare ragione a chi non crede che sia adatto ad un campionato di serie A e regala con due orrori difensivi i primi due gol di Belotti, che si fa anticipare di testa in occasione dell’1-0 su cross di De Silvestri e si fa tagliare fuori banalmente dallo stesso centravanti sul 2-1 scaricato in rete a pochi passi da Mirante.

Primo tempo comunque equilibrato con il Bologna che controlla il centrocampo con Pulgar e con Taider bravissimo a farsi trovare pronto ad inserirsi in mezzo all’area e al 32′ ruba palla a centrocampo e si invola dentro l’area di rigore segnando un bellisimo gol.

Nel secondo tempo non c’è stata la reazione attesa, con Dzemaili che si spegne e Verdi che risulta sempre più impalpabile, con il risultato che la difesa rossoblu e’ in balia del Torino e arriva così  il terzo gol granata con Martinez, entrato nel primo tempo al posto dell’infortunato Ljajic, che sfrutta il tacco fortuito a centro area di Benassi manda fuori tempo tutti permettendo all’attaccante del Toro di battere ancora Mirante da due passi, Donadoni inserisce Nagy e Krejci, ma sono i granata a volare sulle ali dell’entusiasmo,  Pulgar ha un blackout che macchia la sua buona prova, prima regala a Baselli il 4-1 poi a Belotti il rigore che Mirante salva rinviando solo di qualche minuto la tripletta del centravanti sull’ennesima amnesia difensiva.

Grande vittoria del Torino ed un bagno di umiltà per i rossoblu e per Roberto Donadoni che ha snaturato il gioco fino a qui visto e provato cercando di portare a casa un punto, provando a limitare il Torino ma questo bologna è nato per giocare la partita e non per controllarla.

In ogni caso è solo una partita persa è giocata male tra 15 giorni pronti a riscattarsi contro il Cagliari, facendo tesoro degli errori di tutti senza fare eccessive polemiche.

Nel Torino grande partita di Belotti, Baselli, Benassi e Martinez, nel Bologna buona gara per Pulgar (fino a quando è stato assistito dai compagni), Taider, Rizzo e Destro

About the Author

Andrea Schiavina
Nato a Bologna il 19/06/1965 titolo di studio Geometra, sport praticati a livello agonistico Nuoto, Pallanuoto, Football americano e Tennis. Appassionato di sport in genere, sono osservatore di calcio professionista, collaboro con Radio Nettuno, Abito a grizzana Morandi in provincia di Bologna sposato

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter