Tom Dumoulin é la prima maglia rosa al Giro d’Italia

L’olandese Dumoulin del Team Giant-Alpecin chiude col miglior tempo la crono-prologo di Apeldoorn; stesso tempo per Primoz Roglic del Team Lotto NL-Jumbo, mentre al terzo posto c’è Andrey Amador della Movistar.

La prima tappa del Giro d’Italia è una ventiquattrore di straordinaria adesione. Primo: perché sono i giorni della Resistenza olandese, della Memoria ai caduti e della Liberazione dal nazifascismo. Secondo: perché qui la bicicletta è una proprietà esistenziale. Apeldoorn è allora una polveriera e Marktplein il suo epicentro: una piazza gremita e il palco rosa che s’infiamma per la presentazione delle squadre, una sfilata di atleti rotanti e le prime parole sibilate dai performer più attesi, velocisti e capitani.

Nel cuore dell’Omnisport, i corridori attendono la chiamata sulla rampa di lancio: sarà un grande salto di 3.463,1 chilometri fino a Torino, ma intanto ci soffermiamo sui controlli dell’UCI che ha scelto ancora i teslametri e non le telecamere termiche per verificare i telai contro gli spettri del doping meccanico. Infine, le luci di gala e le munifiche hospitality di una delle partenze più glam nella storia dei grandi giri.

L’ultima notizia è che Tom Dumoulin, l’enfant du pays, è la prima maglia rosa del Giro d’Italia in nazione d’Olanda. Il capitano della Giant Alpecin ha vinto il prologo della novantanovesima edizione con un tempo a cronometro di 11 minuti e 3 secondi. Novemila e ottocento metri di fiamma oranje scaricata sull’asfalto di Apeldoorn davanti a Primoz Roglic e Andrey Amador della Movistar. Bravo Moser, sesto e primo degli italiani a 14 secondi; male, con lo stesso tempo di Moreno, l’attesissimo Fabian Cancellara, ottavo e già stremato dalla febbre rosa.

ORDINE D’ARRIVO:

1. Tom Doumolin Team Giant-Alpecin 11:03
2. Primoz Roglic Team LottoNL-Jumbo +0.00
3. Andrey Amador Movistar Team +0.06
4. Tobias Ludvigsson Team Giant-Alpecin +0.08
5. Marcel Kittel Etixx-Quick Step +0.11
6. Moreno Moser Cannondale Pro Cycling Team +0.12
7. Bob Jungels Etixx-Quick Step +0.13
8. Fabian Cancellara Trek-Segafredo +0.14
9. Mathias Brandle IAM Cycling +0.14
10. Sivan Dillier BMC Racing Team +0.16

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter