Tim Wellens, il giovane sboccia in salita.

Uno dei migliori talenti del nuovo ciclismo belga, Tim Wellens della Lotto-Soudal, vince la sesta tappa del Giro d’Italia a Roccaraso, primo traguardo in salita della Corsa Rosa che costa a Vincenzo Nibali 21 secondi di distacco da Dumoulin.

Venticinque anni freschi, enfant prodige del ciclismo belga, già vincitore delle ultime due edizioni dell’Eneco Tour e di una frazione della Parigi-Nizza la scorsa primavera: quarto posto al Giro di Lombardia nel 2014, fra i migliori della Sanremo 2015 e dell’ultima Bastogne-Liegi, Tim Wellens vince la sua prima tappa di un grande giro sul primo arrivo in salita di Aremogna. Wellens stacca le scarpette e alza la bici al cielo sulla linea d’arrivo: cifra distintiva di un ciclismo giovane, moderno e scalpitante.

ORDINE D’ARRIVO:
1. Tim Wellens Lotto-Soudal 4:40.05
2. Jakob Fuglsang Astana Pro Team +1.19
3. Ilnur Zakarin Team Katusha +1.19
4. Tom Domoulin Team Giant-Alpecin +1.22
5. Kanstantsin Siutsou Team Dimension Data +1.24
6. Domenico Pozzovivo AG2R La Mondiale +1.24
7. Johan Chaves Orica GreenEDGE +1.29
8. Rigoberto Uran Cannondale Pro Cycling Team +1.33
9. Rafal Majka Tinkoff +1.33
10. Alejandro Valverde Movistar Team +1.36

CLASSIFICA:
1. Tom Domoulin Team Giant-Alpecin Leader generale
2. Jakob Fuglsang Astana Pro Team
3. Ilnur Zakarin Team Katusha
4. Bob Jungels Etixx-Quick Step Leader giovane
5. Steven Kruijswijk Team LottoNL-Jumbo
6. Alejandro Valverde Movistar Team
7. Diego Ulissi Lampre-Merida
8. Johan Chaves Orica GreenEDGE
9. Vincenzo Nibali Astana Pro Team
10. Kanstantsin Siutsou Team Dimension Data

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter