Tim Merlier vince la volata di Novara

Giro d'Italia 2021 - 104th Edition - 2nd stage Stupinigi - Novara 179 km - 09/05/2021 - Tim Merlier (BEL - Alpecin-Fenix) - Giacomo Nizzolo (ITA - Team Qhubeka Assos) - Elia Viviani (ITA - Cofidis) - photo Dario Belingheri/BettiniPhoto©2021

Volata pazza a Novara nella seconda tappa del Giro: a vincere è il belga Tim Merlier che riesce ad uscire nel momento migliore. Nessuno completa la rimonta con Nizzolo e Viviani che si piazzano alle spalle del corridore dell’Alpecin Fenix

Parte la prima fuga del Giro d’Italia, con lo scatto di Vincenzo Albanese, Filippo Tagliani e Umberto Marengo già al km 0. I tre guadagnano anche più di 5 minuti sul gruppo guidato dalla Jumbo Visma di Groenewegen, Lotto Soudal di Ewan e l’Alpecin Fenix di Merlier. Dopo il GPM di Montechiaro d’Asti, vinto da Vincenzo Albanese che diventa la prima maglia azzurra del Giro, restano solo in due davanti. Si stacca proprio Albanese a causa di un problema tecnico.

Tagliani passa per primo al traguardo volante di Tricerro, dietro è volata per il 3° posto ma gli sprinter si danno battaglia al punto sbagliato, al cartello dei -40 km. L’aveva vinta Elia Viviani, con Gaviria che lo beffa passando per primo al punto giusto. Il gruppo rientra sui due fuggitivi ai -25,8 km dal traguardo, prima del secondo sprint intermedio di giornata. È un traguardo volante che interessa al gruppo, perché dà secondi di abbuono: parte infatti in blocco la Deceuninck Quick Step con Evenepoel e João Almeida, ma da dietro arriva a doppia velocità Ganna che si prende i 3” davanti ad Evenepoel.

Già ai -25 km dal traguardo cominciano le operazioni per impostare la volata. Sempre nelle prime posizioni la Ineos Grenadiers per non rischiare con Filippo Ganna. Davanti anche gli uomini della Cofidis per Elia Viviani. All’ultimo km è Daniel Oss ad alzare il ritmo, ma occhio ai contatti con qualche corridore che perde la giusta traiettoria. Ai -200 parte la volata con Tim Merlier che esce al momento giusto e non viene più rimontato, nonostante lo spunto veloce di Nizzolo e Viviani che fanno 2° e 3°. C’è comunque anche Groenewegen che in questa prima volata si piazza 4°. Non male, considerando che l’ultima volata fatta dall’olandese fu quella del 5 agosto scorso: quella dell’incidente con Jakobsen.

ORDINE D’ARRIVO:
1. Tim Merlier Alpecin-Fenix 4:21.09
2. Giacomo Nizzolo Team Qhubeka Assos +0.00
3. Elia Viviani Cofidis +0.00
4. Dylan Groenewegen Team Jumbo-Visma +0.00
5. Peter Sagan Bora-Hansgrohe +0.00
6. Matteo Moschetti Trek-Segafredo +0.00
7. Filippo Fiorelli Bardiani-CSF-Faizane +0.00
8. Lawrence Naesen AG2R Citroen Team +0.00
9. Davide Cimolai Israel strat-Up Nation +0.00
10. Caleb Ewan Lotto-Soudal +0.00

CLASSIFICA PRINCIPALE:
1. Filippo Ganna Ineos Grenadiers 4:29.53
2. Edoardo Affini Team Jumbo-Visma +0.13
3. Tobias Foss Team Jumbo-Visma +0.16
4. Remco Evenepoel Deceuninck-Quick Step +0.20
5. Joao Almeida Deceuninck-Quick Step +0.20
6. Remi Cavagna Deceuninck-Quick Step +0.21
7. Jos van Emden Team Jumbo-Visma +0.21
8. Max Walscheid team Qhubeka Assos +0.22
9. Matthias Brändle Israel Start-Up Nation +0.25
10. Gianni Moscon Ineos Grenadiers +0.26

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter