Tennis un sorriso dal doppio misto con Vinci e Fognini

epa05002110 Italy's Fabio Fognini returns the ball to Germany's Mischa Zverev during their second round match of the Valencia Open ATP 250 tennis tournament in Valencia, eastern Spain, 29 October 2015. EPA/KAI FOERSTERLING

Termina con un sorriso questa giornata per il tennis a Cinque Cerchi italiano, dopo  le sconfitte amare di  Roberta Vinci e Sara Errani nei quarti di finale del torneo di doppio femminile ed il ko di Fabio Fognini contro il n.2 del mondo Andy Murray, negli ottavi del singolare maschile, arriva il successo del doppio misto nostrano costituito dalla Vinci e Fognini. L’inedito duo ha prevalso nel match degli ottavi di finale contro la coppia francese Kiki Mladenovic/Pierre-Hugues Herbert per 6-4 3-6 10-8 al super tie-break. Ai quarti di finale gli azzurri affronteranno l’accoppiata statunitense costituita da Venus Williams-Rajeev Ram.

PRIMO SET – Partono subito bene i nostri portacolori, conquistando il break nel secondo gioco e facendo valere le proprie qualità da doppisti pur non avendo, di fatto, mai giocato insieme ufficialmente. Bravi Fognini e Vinci, poi, a reagire ad un momento di difficoltà, nel quarto game, quando sono ben 3 la palle break concesse agli avversari, puntualmente annullate. Con grande sicurezza, Roberta e Fabio hanno il pallino del gioco in mano facendo loro la frazione col punteggio di 6-4 senza soffrire più di tanto.

SECONDO SET – L’andamento del secondo parziale è completamente diverso dal precedente. Mladenovic-Herbert riescono ad essere più ficcanti nel loro tennis mettendo maggiormente in difficoltà il duo italiano al servizio. Non è un caso che nel secondo game arrivi il break che di fatto decide il set. Da quel momento infatti i transalpini non concedono più nulla a Vinci-Fognini i quali, invece, sono costretti ad evitare il doppio break, sventato però nel quarto gioco. Sullo score di 6-3 i galletti d’Oltralpe si aggiudicano la frazione.

SUPER TIE-BREAK – Si decide tutto nel super tie-break e fortunatamente il ligure e la tarantina si rivelano più lucidi nei punti importanti, conducendo dall’inizio alla fine, in questa fase, e cogliendo una vittoria importante per il movimento tennistico italiano.

About the Author

Andrea Schiavina
Nato a Bologna il 19/06/1965 titolo di studio Geometra, sport praticati a livello agonistico Nuoto, Pallanuoto, Football americano e Tennis. Appassionato di sport in genere, sono osservatore di calcio professionista, collaboro con Radio Nettuno, Abito a grizzana Morandi in provincia di Bologna sposato

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter