Tao Geoghegan vince il Giro, a Filippo Ganna la crono di Milano

Foto Fabio Ferrari/LaPresse 25 ottobre 2020 ItaliaSport CiclismoGiro d'Italia 2020 - edizione 103 - Tappa 21 - Gara Cronometro Individuale - Da Cernusco sul Naviglio a Milano (km 15,7)Nella foto: Tao Geoghegan Hart (Team Ineos Grenadiers)Photo Fabio Ferrari/LaPresseOctober 25, 2020 Italy Sport CyclingGiro d'Italia 2020 - 103th edition - Stage 21 - ITT - From Cernusco sul Naviglio to MilanoIn the pic: Tao Geoghegan Hart (Team Ineos Grenadiers)

Filippo Ganna fa poker al Giro, conquistando la sua terza crono di questa edizione. Ma, soprattutto, Geoghegan Hart riesce a sfilare la maglia rosa a Hindley con un tempo migliore di 39” rispetto all’australiano. Kelderman chiude il podio

Si parte subito con i favoriti di questa crono, e Campenaerts fa segnare il primo tempo di riferimento con un 17’48” per completare i 15,7 km da Cernusco sul Naviglio a Milano. Gli altri sono tutti dietro: 12” per Cerny, 12” anche per Chad Haga e 34” per Dowsett. Arriva però il Campione del mondo in carica che brucia tutti come al suo solito: 17’16” per Filippo Ganna che migliora di 32” il tempo di Campenaerts. Tocca a Rohan Dennis, il vero rivale dell’italiano, ma l’australiano paga le fatiche delle ultime salite e conclude la sua crono con un ritardo di 32” dal suo compagno di squadra.

Cominciano a partire i migliori della classifica, con i vari Pozzovivo, Nibali e Fuglsang. C’è molta fatica e in qualche modo i tre riescono a finire il loro Giro d’Italia conservando le posizioni di partenza: Nibali chiude 7°, mancando il 12° podio in carriera in un Grande Giro. Chi fa un’ottima cronometro è invece João Almeida che chiude 4° dietro agli specialisti Ganna, Campenaerts e Dennis, riuscendo così a scavalcare Pello Bilbao per il 4° posto in classifica. Kelderman conferma il podio, poi è sfida tra Geoghegan Hart e Hindley. I due avevano lo stesso tempo prima della crono, ma si vede subito che il britannico ha qualcosa in più. A 6 km dal traguardo il corridore della Ineos ha già 20” di vantaggio sul rivale che continua a spingere un rapporto troppo agile per stare al passo. Al traguardo saranno 39 i secondi di vantaggio per Geoghegan Hart che vince così il Giro d’Italia. La Ineos Grenadiers si era presentata per vincere con Geraint Thomas, ha chiuso con 7 vittorie di tappa e la maglia rosa di Geoghegan Hart. Un bilancio comunque molto positivo.

ORDINE D’ARRIVO:
1. Filippo Ganna Team Ineos 17:16
2. Victor Campenaerts NTT Pro Cycling +0.32
3. Rohan Dennis Team Ineos +0.32
4. Miles Scotson Groupama-FDJ +0.41
5. Joao Almeida Deceuninck-Quick Step +0.41
6. Josef Cerny CCC Team +0.44
7. Chad Haga Team Sunweb +0.44
8. Brandon McNulty UAE Team Emirates +0.46
9. Kamil Gradek CCC Team +0.47
10. Jan Tratnik Bahrain-McLaren +0.47

CLASSIFICA PRINCIPALE:
1. Tao Geoghegan Team Ineos 85:40.21
2. Jai Hindley Team Sunweb +0.39
3. Wilco Kelderman Team Sunweb +1.29
4. Joao Almeida Deceuninck-Quick Step +2.57
5. Pello Bilbao Bahrain-McLaren +3.09
6. Jakob Fuglsang Astana Pro Team +7.02
7. Vincenzo Nibali Trek-Segafredo +8.15
8. Patrick Konrad Bora-Hansgrohe +8-42
9. Fausto Masnada Deceuninck-Quick Step +9.57
10. Hermann Pernsteiner Bahrain-McLaren +11.05

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter