Super Napoli: netto 4-1 a Lecce

Gli azzurri superano l’esame pugliese, imponendosi con un poker e rimanendo incollati a Inter e Juve: doppietta dell’ex bianconero e gol di Insigne e Fabian Ruiz. Di Mancosu, dal dischetto, la rete della bandiera giallorossa

FORMAZIONI:

Lecce (4-3-3): Gabriel; Rispoli, Lucioni, Rossettini, Calderoni; Majer, Tachtsidis, Tabanelli; Falco, Farias, Mancosu. All. Liverani.

Napoli (4-4-2): Ospina; Malcuit, Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam; Ruiz, Zielinski, Elmas, Insigne; Milik, Llorente. All. Ancelotti.

CRONACA:

Koulibaly si conferma un colosso quasi insuperabile: è grazie a lui se la difesa napoletana resiste agli attacchi portati da Falco e Farias, leitmotiv della prima parte di gara che vede i salentini spingere con costanza per vie centrali. Gabriel è però chiamato agli straordinari da Insigne e, soprattutto, Llorente, il cui colpo di testa viene sventato con prontezza di riflessi. Il forcing azzurro sfocia con il goal del vantaggio: tiro di Milik con deviazione avversaria che si trasforma in assist per Llorente, letale nel trovare il secondo sigillo consecutivo dopo quello rifilato al Liverpool in Champions League. Il momento è favorevole al Napoli: Tachtsidis colpisce il pallone col braccio largo in area e, dopo aver visto le immagini al VAR, Piccinini concede il rigore: Insigne si fa parare la conclusione ma è salvato dall’arbitro che decreta la ripetizione per la negligenza di Gabriel, che non aveva almeno un piede sulla linea di porta. Il secondo tentativo è quello giusto e si va al riposo sullo 0-2.

Il copione non cambia al rientro dagli spogliatoi: Napoli sempre pericoloso e pungente con il sinistro a giro vincente di Fabian, poi ammonito per un’esultanza provocatoria nei confronti dei tifosi di casa. Nonostante l’ampio passivo, il Lecce tira fuori gli artigli e conquista un calcio di rigore: uscita inutile e dannosa di Ospina che frana su Farias. Sul dischetto si presenta capitan Mancosu che non si lascia emozionare. Il risultato viene puntellato ancora una volta da Llorente: Gabriel respinge su Insigne, lo spagnolo – tenuto in gioco da Benzar – ribadisce in rete con un tap-in ravvicinato. Nel finale è bravo Ospina a mandare sul palo una girata di Tabanelli.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter