Successo amaro per il Milan: 2-3 alla Spal

Il Milan vince 3-2 in casa della SPAL ma si deve accontentare dell’Europa League in virtù dei concomitanti successi di Inter e Atalanta. Franck Kessié segna due gol e manda in rete Hakan Calhanoglu, per la SPAL reti di Francesco Vicari e Mohamed Fares

FORMAZIONI:

Spal (3-5-2): Viviano; Cionek, Vicari, Bonifazi; Lazzari, Valoti, Murgia, Kurtic, Fares; Petagna, Antenucci. All. Semplici.

Milan (4-3-3): Donnarumma; Abate, Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Kessié, Bakayoko, Calhanoglu; Suso, Piatek, Borini. All. Gattuso.

CRONACA:

Le maggiori motivazioni del Milan sono subito palesi: i rossoneri vanno vicini al vantaggio con Piatek e Calhanoglu, murati da Viviano. Il numero 2 ferrarese non può però nulla sul diagonale destro del centrocampista turco e sul sinistro ravvicinato di Kessiè, che portano avanti di due reti il Diavolo. L’infortunio di Donnarumma costringe Gattuso al primo campo, dentro Reina. Ed il portiere spagnolo nulla può sul preciso colpo di testa di Vicari. Il goal dà nuova linfa ai padroni di casa, che però non riescono a farsi vedere pericolosamente dalle parti dell’ex Napoli. Prima del duplice fischio finale è invece Calhanoglu a sfiorare la doppietta personale con un destro a lato d’un soffio.

Nella ripresa i rossoneri entrano in campo sorprendentemente poco attenti e dopo aver sfiorato di subire il pareggio con Fares, vedono raggiungersi proprio da quest’ultimo, autore di un preciso colpo di testa. Gattuso tenta subito il tutto per tutto inserendo Cutrone per Abate e la maggiore densità in avanti viene subito premiata dal calcio di rigore procurato da Piatek e trasformato da Kessiè. Il secondo goal dell’ivoriano non spegne le velleità della SPAL, che inserisce Floccari e Jankovic per cercare il pareggio.

L’occasione più pericolosa da qui al fischio finale la fornisce però Suso, il cui diagonale sinistro trova pronto Viviano. Al triplice fischio di Valeri per i rossoneri c’è poco da festeggiare, visto che ad andare in Champions saranno Atalanta ed Inter.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter