Stadium in festa: Genoa battuto


Alle 20,45 lo Stadium ospiterà il Genoa. La Juventus deve vincere per continuare la striscia positiva di vittorie e non lasciare scappare il Napoli.

Ecco come scenderanno allo Stadium le squadre.

FORMAZIONI

JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Caceres; Cuadrado, Padoin, Marchisio, Pogba, Evra; Morata, Dybala. All.: Allegri.

GENOA (3-4-2-1): Perin; Ansaldi, De Maio, Izzo, Cerci, Ntcham, Pavoletti, Munoz, Rigoni, Dzemaili, Gabriel Silva. All.: Gasperini

CRONACA

Lo Stadium di Torino ospita una grande partita questa sera, un classico della serie A: Juventus Genoa. La squadra di Allegri sa che non può permettersi passi falsi per continuare la sfida scudetto e non perdere di vista il Napoli. L’inizio di gara però si rivela ostico, con un Genoa che pressa alto e propone un gioco molto aggressivo. Solo dopo 10′ la Juventus sembra aver preso le misure alla squadra avversaria e a ritornare ordinata sul rettangolo verde. Al 13′ sono proprio i bianconeri a dar vita alla prima chiara occasione da goal.

stadium juventus

Foto di Valerio Lomanto

Dybala si invola verso la porta avversaria e da fuori area lascia partire un missile di sinistro che per poco ai spegne sul fondo. La partita tuttavia si presenta più ostica di quanto si potesse immaginare. Il Genoa è messo bene in campo e non lascia libertà di movimento alla squadra di casa. La partita si stabilizza con i giocatori che si studiano e cercano una passo falso dell’avversario. Passo falso che si verifica al 27′. Cuadrado si invola sulla sinistra e con la sua velocità salta Izzo e mette in mezzo. Passaggio però deviato da De Maio e palla che si insacca alle spalle di Perin. Partita sbloccata in modo rocambolesco. 1-0 Juventus e Stadium in festa. La partita rimane comunque incerta e fino al 45′ entrambe le formazioni si equivalgono annullandosi a vicenda. La seconda frazione di gioco continua sulla falsa riga del primo tempo. Squadre ben messe sul rettangolo verde e partita che non regala forti emozioni. Al 10′ il nuovo entrato Zaza a tu per tu con Perin non riesce a piazzare il pallone e perde l’occasione per mettere la parola fine sulla partita. Il match si protrae per tutti i 90′ minuti con la Juventus che cerca di affondare il colpo decisivo e la squadra di Gasperini che annulla o rende inefficace ogni tentativo bianconero. Il finale di partita si rivela tutto in salita per i padroni di casa. Al 46′ Zaza entra in ritardo sulla gambe dell’avversario e viene espulso.

La Juventus si trova costretta a difendere in inferiorità numerica i tre punti. Il gioco organizzato e l’esperienza dei giocatori permettono però di portare al termine la partita senza subire eccessivi pericoli. Triplice fischio e tutti sotto la doccia. Tre punti sudati che permettono alla Juventus di non non perdere terreno dalla capolista, oggi vincente a Roma contro la Lazio. Si annuncia un campionato sempre più a doppia trazione: sabauda e partenopea.