Spagna-Turchia 3-0: Doppio Morata vale gli ottavi

La Spagna si qualifica agli ottavi dell’Europeo grazie al 3-0 con cui ha regolato la Spagna: reti messe a segno da Morata e Nolito.

FORMAZIONI: Spagna – Turchia

Le Furie Rosse di Del Bosque optano per un 4-3-3, che vede di punta Morata, Silva e Nolito. A centrocampo trio formato da Iniesta, Fabregas e Busquets. In difesa, con De Gea in porta, Ramos e Piquè centrali, Juanfran e Alba sulle fasce.

Terim opta invece per un 4-2-3-1, con Yilmaz che si guadagna una maglia da titolare. Dietro di lui Ozyakup, Turan e Calhanoglu, con in mediana Inan e Tufan. In difesa, davanti a Babacan, Balta e Topal come centrali, Gonul ed Erkin sugli esterni.

CRONACA:

Gli spagnoli iniziano con il piede sull’acceleratore e creano diversi grattacapi alla difesa turca: il primo è ad opera di Morata, che in spaccata colpisce il palo esterno a Babacan immobile. Chance ghiotta anche per Piqué, che sugli sviluppi di un corner manda alto sulla traversa con un colpo di testa troppo schiacciato, che non impensierisce gli avversari. La Turchia prova a farsi vedere con uno dei giocatori di maggiore qualità, Calhanoglu: la sua punizione dai 25 metri termina di poco alta sulla traversa. ‘Furie Rosse’ che cercano con insistenza la rete del vantaggio, che arriva sull’asse Nolito-Morata: assist perfetto del primo per il secondo, abile a girare di testa il pallone che si insacca imparabilmente. L’1-0 carica ulteriormente gli uomini di Del Bosque, che concedono il bis in pochi minuti: Topal sbaglia l’intervento aereo in aereo di rigore, Nolito ne approfitta e batte Babacan con una conclusione lenta ma precisa, diretta nell’angolino destro del portiere turco.

Il secondo tempo si apre con un altro sigillo che chiude in maniera definitiva il match: Iniesta pesca con un filtrante Alba, passaggio di prima intenzione per un liberissimo Morata che a porta vuota e da due passi non può proprio sbagliare. La Turchia ha un sussulto con Yilmaz, bravo ad eludere la marcatura di Piquè ma impreciso nella conclusione a giro che si perde ampiamente sul fondo. Molto più incisivo Silva, vicino al poker con un sinistro insidioso che si perde a pochi centimetri dal palo della porta turca. Tra le file spagnole entra Soriano, bravo a rendersi subito pericoloso con una bordata dalla distanza: altrettanto ottimo Babacan, pronto a distendersi per deviare in calcio d’angolo. I ritmi finiscono con l’abbassarsi notevolmente, complici i pochissimi stimoli di una gara che non ha ormai più molto da dire: da segnalare un’opportunità capitata sui piedi del nuovo entrato Sahan, stoppato però alla grande dalla chiusura tempestiva di Azpilicueta che evita il goal della bandiera degli uomini di Terim. Alla fine è la Spagna ad esultare, gli ottavi dell’Europeo sono realtà.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter

Maglie Juve Home e Away Image Banner 300 x 250