Spagna-Rep.Ceca 1-0: Piqué regala i 3 punti a Del Bosque

Esordio ufficiale ad Euro 2016 per la Spagna campione d’Europa in carica. La Roja, a Tolosa, sfida la Repubblica Ceca in quella che la seconda partita del Gruppo D.

FORMAZIONI: Spagna – Reppublica Ceca

Vicente Del Bosque punta sul consueto 4-3-3 che vede De Gea tra i pali ed una linea difensiva composta da Juanfran, Piquè, Ramos e Alba. Al solito, Busquets è il perno del centrocampo davanti alla difesa, ai suoi fianchi ci sono Fabregas ed Iniesta. In attacco, Morata è la punta centrale di un tridente completato da Silva e Nolito.

Pavel Vrba risponde con un 4-3-2-1 nel quale sono Kaderabek, Sivok, Hubnik e Limbersky ad agire in difesa davanti a Cech. In mediana spazio al trio composto da Plasil, Darida, e Gebre-Selassie. In avanti a supporto dell’unica punta Necid ci sono Rosicky e Krejci.

CRONACA:

Come era prevedibile, la partita viene gestita fin dai primi minuti di gioco dalla Spagna, che mantiene il possesso palla per larghi tratti in attesa del varco giusto. La Repubblica Ceca però si chiude molto bene, con le due linee di centrocampo e di difesa cortissime. Iniesta è il faro della selezione di Del Bosque e tocca quasi sempre a lui accendere la miccia. La prima occasione della partita arriva sul piede di Morata, che sfiora il goal al 16′ minuto di gioco: dopo un assist al bacio di Silva dalla destra, il tiro dell’attaccante della Juventus finisce però in bocca a Cech, a pochi passi dalla porta. Gli attacchi della Spagna cominciano a farsi costanti ma la Repubblica Ceca continua a resistere stoicamente. Al 28′ tocca ancora a Morata crearsi un’occasione da goal, ma il suo diagonale di sinistro da buona posizione finisce sul fondo. Dopo una manciata di minuti anche Silva si trova a tu per tu contro Cech, ma il portiere dell’Arsenal sembra aver chiuso la saracinesca. La prima conclusione della Repubblica Ceca arriva niente di meno che allo scadere della prima frazione di gioco, con un tiro di Necid che viene bloccato facilmente da De Gea.

All’inizio della ripresa Hubnik sfiora un clamoroso autogoal, con la palla che colpisce la base del palo e schizza poi in angolo. La Repubblica Ceca però con il passare dei minuti prende confidenza e coraggio, visto che il punteggio rimane ancora sullo zero a zero; a metà della ripresa la selezione di Vrba va vicina al goal dopo un cross pennellato di Krejci, un paio di rimpalli in area stanno per far terminare il pallone in fondo al sacco ma Fabregas salva i suoi con un intervento spettacolare. Intanto, a sorpresa, Del Bosque chiama fuori Morata e lancia in campo Aduriz. I cambi di Del Bosque in attacco non cambiano la partita, con Aduriz, Pedro e Thiago Alcantara che replicano semplicemente la prestazione dei giocatori appena usciti. La partita sembra ormai incanalarsi verso un deludente pareggio per le Furie Rosse, ed un punto d’oro per la Repubblica Ceca, ma Piquè non è di questo avviso. Dopo una giocata splendida di Iniesta, il difensore del Barcellona colpisce il pallone di testa in area e beffa Cech, regalando alla Spagna la prima vittoria e la testa del girone D.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter