Sorriso Roma: 2-1 allo Young Boys

In campo con varie secondo linee, i giallorossi vanno sotto nel primo tempo per effetto di un rigore di Nsame, ma quando Fonseca inserisce l’artiglieria pesante la musica cambia: pari di Peres, gol decisivo di Kumbulla. Terza vittoria di fila tra campionato e coppa

FORMAZIONI:

Young Boys (3-4-3): Von Ballmoos; Burgy, Lustenberger, Zesiger; Hefti, Rieder, Sierro, Maceiras; Fassnacht, Nsame, Ngamaleu. All. Seoane.

Roma (3-4-3): Lopez; Jesus, Fazio, Karsdorp; Peres, Villar, Cristante, Kumbulla; Pedro, Mayoral, Perez. All. Fonseca.

CRONACA:

Gara complicata quella di Berna per i capitolini che, probabilmente anche frenati dall’imponente turnover proposto da Paulo Fonseca, hanno impiegato molti minuti prima di riuscire effettivamente ad entrare in partita. Per lunghissimi tratti del primo tempo a farsi preferire sono stati i padroni di casa che, praticamente padroni del centrocampo, hanno fin da subito guadagnato metri e imposto il ritmo del gioco. Dopo alcune sortite offensive, gli elvetici sono passati in vantaggio al 14’: fallo di Cristante ai danni di Rieder in area giallorossa, l’arbitro indica subito il dischetto. Ad incaricarsi della battuta del rigore è Nsame che dagli undici metri spedisce il pallone lì dove Pau Lopez, che pure aveva intuito la traiettoria, non può arrivare. Sotto di una rete la Roma fatica a reagire e per la prima vera azione di una certa pericolosità bisogna attendere il 41’ quando Carles Perez riesce ad incunearsi tra due difensori avversari e a provare la battuta a rete da buona posizione. Il pallone viene deviato in corner. E’ l’ultima emozione di una frazione che si chiude con lo Young Boys avanti 1-0.

Nella ripresa gli elvetici sembrano voler ripartire forte, ma l’andamento della gara cambia totalmente quando Fonseca manda in campo i suoi uomini migliori. Entrano contemporaneamente Veretout, Dzeko e Mkhitaryan ed i giallorossi, sin lì molto legati, trovano la linfa per iniziare a spingere sull’acceleratore. Al 69’ il pareggio della Roma: gran palla filtrante di Dzeko per Bruno Peres che vince il corpo a corpo con Maceiras, si invola verso Von Ballmoos e lo batte per l’1-1. Quella in campo è tutta un’altra squadra e già al 74’ arriva anche il goal del sorpasso: cross di Mkhitaryan dalla destra, Kumbulla, lasciato colpevolmente troppo solo dai difensori avversari, ha il tempo per prendere la mira e spedire il pallone in rete di testa. Nel finale lo Young Boys torna a spingere alla ricerca del pari, ma il risultato non cambierà più. A Berna è la Roma ad uscire dal Wankdorf con i tre punti.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter