Skeleton – Joseph Cecchini solo 27esimo

Un dominio davvero incredibile, forse potrebbe candidarsi ad essere la gara con più distacco di tutte le Olimpiadi invernali di PyeongChang.

Non c’è mai stata storia, dalla spinta della prima run all’arrivo della quarta: Yun Sungbin è il padrone dello skeleton. Il coreano è andato a prendersi sul catino di casa la medaglia d’oro a Cinque Cerchi al termine di quattro discese dominate in lungo e in largo, con gli avversari distanti anni luce.

L’asiatico poteva permettersi di gestire il vantaggio accumulato al termine della giornata di ieri, invece non ha disputato discese in controllo, andando a migliorarsi sempre di più: altri due record della pista. Tempo totale di 3:20.55. Quello che fa paura è il distacco del primo degli inseguitori: l’atleta olimpico della Russia Nikita Tregubov, che porta a casa comunque uno splendido argento. Il russo è a 1”63 dal vincitore, una distanza spaziale in uno sport come lo skeleton, che spesso e volentieri si decide sul filo dei centesimi. Il bronzo va al britannico Dom Parsons, autore di un’eccellente rimonta nella seconda giornata: 1”65 dalla vetta.

In casa Italia solo 27mo Joseph Cecchini, che non si è qualificato per la quarta ed ultima run.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo