Simeone illude, Calhanoglu riporta a galla il Milan: 1-1 al Franchi

All’Artemio Franchi si conclude in pareggio la partita tra Milan e Fiorentina. Viola più in palla dei rossoneri, che vengono salvati dalle parate decisive di Donnarumma. Milan stanco e senza idee, con diversi giocatori che risentono della gara di Coppa Italia con l’Inter. Pareggio giusto che serve più alla squadra di Pioli per restare agganciata al treno Europa.

FIORENTINA:

Fiorentina (4-3-3): Sportiello; Laurini, Pezzella, Astori, Biraghi; Benassi, Badelj, Veretout; Dias, Thereau, Simeone. All.Pioli.

Milan (4-3-3): G.Donnarumma; Calabria, Bonucci, Romagnoli, Rodriguez; Kessié, Montolivo, Bonaventura; Suso, Cutrone, Borini. All.Gattuso.

CRONACA:
Al giro di boa del girone d’andata, va in scena la sfida tra Milan e Fiorentina. Gattuso a caccia di conferme dopo la vittoria nel derby, mentre l’intenzione della Viola è di continuare il trend positivo delle ultime gare. A sorpresa Pioli manda in panchina Chiesa, mentre sulla sponda rossonera si registra la presenza titolare di Cutrone dopo l’infortunio rimediato da Kalinic in Coppa Italia.  Primo tempo con ritmi medio-alti solo nei primi minuti, dove la foga e la voglia di vincere viene fuori in tutte e due le squadre. Col passare del tempo si addormenta la partita, con pochissime occasioni da entrambe le parti. Milan che sembra accusare nelle gambe il derby di giovedì con l’Inter, e a risentirne è soprattutto la manovra lenta e prevedibile, affidata maggiormente alle ripartenze di Suso e dalla verve Cutrone. Sul finire di primo tempo si sveglia la Fiorentina, con Simeone che sfrutta un’imprecisione di Romagnoli e vola verso la porta, sgambettato dal limite dell’area proprio dal difensore rossonero. Graziato il difensore scuola Roma,  che si vede sventolare solo il cartellino giallo per una chiara occasione da gol in cui l’arbitro Banti a riguardo poteva essere più severo. Negli ultimi minuti è un ottimo Donnarumma a salvare il Milan in un paio di occasioni, prima in uscita su Simeone e allo scadere su un colpo di testa di Gil Dias che per poco non nega il vantaggio viola.
Valzer di cambi dopo la ripresa: Gil Dias fa spazio a Chiesa, mentre Calhanoglu prende il posto di uno spento Borini. E’ sempre Donnarumma a rendersi protagonista con una parata decisiva su una conclusione da fuori di Badelj.  Suso col mancino prova a sorprendere Sportiello, ma il portiere ex Atalanta smanaccia in angolo un pallone pericoloso. Fiorentina che cerca ripetutamente il vantaggio e prova ad approfittare di un Milan poco pericoloso fino a quel momento. Al minuto 71′ si sblocca la gara: Biraghi col mancino mette nel cuore dell’area uno splendido cross, Simeone evita la marcatura di Bonucci e ringrazia di testa, insaccando alle spalle di un incolpevole Donnarumma.  Immediata la risposta del Milan, al 73′ Suso sull’out di destra si accentra e fa partire un tiro che Sportiello non trattiene. Calhanoglu da due passi mette dentro e sigilla l’1-1.  Il risultato rimarrà invariato fino al termine dei 93 minuti, con qualche sussulto da ambo le parti che non cambiano l’andamento e il risultato finale. Pareggio giusto, che ha visto la Fiorentina mostrare qualcosa in più rispetto a un Milan spento e logorato dagli impegni settimanali. In termini di classifica la squadra di Pioli può guardare ancora alla corsa per l’Europa, mentre i rossoneri dovranno sicuramente cambiare marcia nel girone di ritorno, nella speranza di non essere tagliati fuori dalla lotta per le competizioni europee.

About the Author

Federico Pilati
Classe 97'. La scrittura come approccio alla vita, il Milan nelle vene, salame e lambrusco come Mantova comanda. Tutto ciò racchiude un po il mio essere. Di formazione umanistica, ho poi vagabondato qualche anno tra Brasile ed Estonia. Ho collaborato con alcuni giornali locali, e gestisco una pagina social del mondo dello sport.

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter