Serie A il pagellone Da 0 a 10.

Il Pagellone della Seria A

Voto 10 al Napoli.

Dopo 26 anni il Napoli torna ad essere Campione d’Inverno in Serie A. Sarri é riuscito a plasmare la squadra a sua immagine e somiglianza, ha dato ordine e compattezza e ha avuto il merito di far rendere al merito bomber Higuain.

Voto 9 all’Empoli.

Giampaolo ha avuto l’umilta di ripartire dal gran lavoro iniziato da Sarri 3 anni fa. Con 30 punti in 19 partite l’Europa League non é un sogno.

Voto 8 alla Juventus.

La Juventus non si ferma più. Dopo un’inizio da urlo la Juventus supera la Fiorentina, aggancia l’Inter e si porta a meno 2 dal Napoli capolista. C’é anche la Juve per la lotta scudetto.

Voto 7 alla Lazio.

In un’annata negativa, la Lazio colleziona il suo secondo successo in trasferta. Con una formazione piena di giovani Keita, Milinkovic­Savic.

Voto 6 al Carpi.

Il Carpi continua a sperare nella salvezza dopo la vittoria contro l’Udinese. Per Pasciuti e Lollo primi goal in serie A. In particolare Pasciuti record storico andando in goal dalla Serie D alla Serie A con la maglia del Carpi.

Voto 5 all’Inter.

L’Inter gioca bene ma stavolta a vincere per 1-0 é il Sassuolo. Il Sassuolo “ammazzagrandi” ha colpito ancora dopo Juventus e Napoli si ferma anche l’Inter.

Voto 4 a Roma e Milan.

La partita dell’Olimpico conferma i problemi per entrambe. Si confermano due squadre poco organizzate e slegate nei reparti. Nel secondo tempo comunque abbiamo visto una buona reazione del Milan che ci da un’iniezione di fiducia. La Roma dopo un buon primo tempo di squaglia come un gelato al sole. Garcia é a serio rischio esonero. Mihajlovic per sta volta se la cava ma deve riconfermare la prestazione del secondo tempo contro la Fiorentina.

Voto 3 al Torino.

Il Torino incappa nella terza sconfitta consecutiva in serie a e tra tifosi e squadra e allenatore non c’è feeling.
Quagliarella relegato in panchina per la nota vicenda, a sostituirlo Martinez che si mangia tre goal.

Voto 2 al regolamento in merito di bottigliette.

Il regolamento é troppo rigido un allenatore deve essere libero di arrabbiarsi con la propria squadra, ovviamente senza mancare di rispetto a nessuno.

Voto 1 al Palermo

Al Palermo regna il caos ultimo l’esonero in diretta tv di Ballardini da parte del portiere Sorrentino.

Voto 0 all’Hellas Verona.

0 come le vittorie ottenute, unici in Europa insieme al Troyes. Un cammino così porta solo in serie B.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter