Scopriamo la champions league 2016-2017

Scopriamo la Champions 2016-2017

Scopriamo la Champions 2016-2017

Ma prima di analizzare insieme la nuova stagione, vi ricordate questo episodio? La finale di Istanbul 2005 Milan-Liverpool 5-6 dopo i rigori. Il Liverpool è campione d’Europa per la quinta volta nella sua storia. Non fa notizia il “cosa” ma il “come”. Raggiunge il Milan, in vantaggio 3-0 alla fine del primo tempo, con un uno-due-tre micidiale, per poi alzare la Champions League dopo i calci di rigore. Una Coppa letteralmente gettata al vento dai rossoneri.

Il Napoli è un caso unico, un’eccezione: non ci sono altri gruppi in cui la squadra di seconda fascia possa vantare, insieme, il valore della rosa più alto e l’età media più bassa. Se invece guardiamo le valutazioni dell’intera competizione, senza scomporre per gironi, il Napoli è legittimamente parte dell’urna numero due: l’organico creato da De Laurentiis e Giuntoli è l’undicesimo più costoso del tabellone. Per età media, invece, siamo giusto a metà: quella partenopea è la sedicesima squadra più giovane, ma anche la quinta sulle sedici di prima e seconda fascia. Maurizio Sarri è un esordiente assoluto. Intorno a lui c’è molta curiosità tattica, c’è grande attesa: il Napoli ha mostrato il gioco più attrattivo, intenso e adatto alla Champions dell’ultima Serie A, e ora ha l’occasione per confermare sul campo questa suggestione. In un girone stimolante, dalla composizione retrò perché è l’unico ad annoverare tre club campioni nazionali. Il Benfica, innanzitutto: eliminata ai quarti dal Bayern nell’ultima edizione, la squadra che Rui Vitória l’anno scorso ha ereditato da Jorge Jesus è reduce dalla solita estate tra cessioni eccellenti e nuovi giovani da inserire.

championsleaguebetclic-3Quello della Juventus è un girone alla portata dei bianconeri, ma non così semplice. A partire dal Siviglia di Sampaoli, ancora alla ricerca della quadra definitiva. Dimenticate Emery e il suo calcio associativo: per supplire alla partenza del vate di Hondarribia e dei fedelissimi Banega, Krychowiak e Coke, il ds Monchi ha optato per il più “bielsista” tra gli allievi di Bielsa, con tutto il bello e il brutto che questo comporta. E quindi da un lato l’imprevedibilità data dal movimento e dallo scambio di posizioni continuo di una batteria di trequartisti che può contare su gente come Nasri, Ganso, Vazquez e Correa, dall’altro l’integralismo di alcuni principi di gioco che portano a scelte tattiche rivedibili come il 3-1-4-2 della gara contro l’Espanyol, con il povero N’Zonzi a correre per tutti. Una volta smesse le vesti del cantiere a cielo aperto, potrebbero davvero dar fastidio a chiunque.

Franco Vazquez/Paulo Dybala
Quel che resta di Franco Vazquez è lontano anni luce da qui. Brilla con addosso la maglia del Siviglia, squadra con cui ha già conquistato se non altro la fama di meraviglioso fantasista. Nella sfida contro la Juventus tornerà ad affrontare l’Italia e l’amicizia. Il Palermo sembrava pronto a vederlo proprio ai bianconeri, poi Allegri gli ha preferito altri giocatori. Vazquez se la vedrà anche contro l’amico Dybala, già coppia dei sogni in rosanero. Franco stava fuori lista, Paulo veniva da un grave infortunio: Iachini diede loro una chance. Ma il calciomercato che li doveva unire è stato di nuovo crudele, e adesso si troveranno di fronte in Champions. In Italia Vazquez ha giocato 109 partite e segnato 22 gol.

Cristiano Ronaldo/Sporting Lisbona
Odiarlo, mai. Alla fine Cristiano Ronaldo entrerà all’Estádio José Alvalade di Lisbona con la consapevolezza di essere partito da lì. La stella del Real Madrid incontrerà la squadra che lo ha lanciato quando era un ragazzino. Il primo gol arrivò il 7 ottobre 2002, quando a 17 anni segnò in Coppa di Lega portoghese contro la Moreirense. Quattordici anni dopo Cristiano Ronaldo è l’uomo immagine sulle copertine, campione d’Europa con la nazionale, e uno che non dimentica le radici.

Leicester/La Champions League
Arrivano da tutte le parti e sono pronti a far fuori il Leicester di Claudio Ranieri. La favola si è trasformata in incubo. Da quando gli inglesi hanno vinto la Premier, il gioco è diventato un massacro. Contro di loro, le Foxes. L’avvio in campionato non ha convinto e adesso tutti vogliono vedere dove andrà a finire questo Leicester.

Nelle edizioni di Champions League degli ultimi 20 anni di episodi eclatanti ce ne sono stati parecchi: esclusioni eccellenti di squadre blasonate, risultati tennistici, giocatori o squadre outsider che hanno saputo mettersi in bella mostra. Certamente anche la prima fase della stagione di quest’anno riserverà delle sorprese. Fai il tuo pronostico azzardato con BetClic!

Pronostici giorni Champions League 2016-17

Passano il turno:

 

GIRONE A

PSG

Arsenal

 

GIRONE B:

Napoli

Benfica

 

GIRONE C:

Barcellona

Man. City

 

GIRONE D:

Bayern Monaco

Atl. Madrid

 

GIRONE E:

Real Madrid

Borussia Dortmund

GIRONE F:

Porto

Leicester City

 

GIRONE G:

Juventus

Siviglia

Buzzoole

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter