Il Bologna lotta e chiude in nove ma non basta, al Dall’Ara vince il Genoa

Il Genoa vince sulle ali di Giovanni Simeone, che segna il secondo gol in due partite, nel pomeriggio delle espulsioni. Gastaldello si fa cacciare a fine primo tempo, nel finale rosso anche per Gentiletti e Dzemaili. Espulso anche Ivan Juric.

Il Bologna parte forte e dopo nemmeno un minuto una deviazione ligure rischia di rendere imparabile un tiro da 22 metri di Destro, bloccato in due tempi da Perin, poi il centravanti  non arriva di un soffio alla deviazione sotto misura su cross di Verdi, con Perin ancora attento, esce il Genoa alla distanza, soprattutto con le iniziative sulla fascia sinistra, su una di queste, al 12’, Laxalt si divora un’occasione colossale preferendo il tiro, anziché l’assist rasoterra e due compagni tutti soli a porta spalancata.

Il primo tempo è abbastanza divertente, ma non mancano i falli e incomincia lo spettacolo imbarazzante offerto dall’arbitro Maresca che estrai troppi gialli, con la conseguenza che la partita si incattivisce, il primo a farne le spese è il tecnico ligure Juric, espulso per proteste, ma al 44’ saltano i nervi a Gastaldello. Il capitano rossoblù chiede un giallo per Simeone dopo un fallo, viene ammonito senza motivo, poi perde la testa, andando a fare segno per tre volte al quarto uomo che il direttore di gara è matto, portandosi il dito alla tempia, rosso diretto ed è baraonda, con Simeone che poco dopo colpisce un palo, dopo un’azione personale bellissima e un finale di tempo con il Dall’Ara infuocato, con giocatori e panchina che circondano l’arbitro chiedendo spiegazioni.

Nella ripresa  il Bologna fa entrare  Oikonomou al posto di Nagy,  bella azione personale di Destro chiusa da un tiro a lato ma il predominio grazie all’uomo in più è genoano,  Gakpè non inquadra la porta, Rincon sì ma Da Costa c’è.

Juric fa entrare il talentuoso  Ntcham al posto del grintoso Rincon, mentre Donadoni rinforza il 4-4-1 adottato dopo il rosso a Gastaldello inserendo Rizzo per  Krejci, la gara cala parecchio di tono, ma il Genoa trova il lampo giusto al 77’,  Laxalt si invola sulla sinistra sfruttando uno sbilanciamento del Bologna, punta Oikonomou e lo mette a sedere, poi serve l’assist al centro per Simeone che in assenza di Masina brucia Rizzo e fa 1-0, il Bologna trova la parità numerica a 5’ dalla fine quando Gentiletti si becca il secondo giallo stendendo Destro, ma un minuto dopo la perde di nuovo per un rosso diretto a Dzemaili, autore di un fallo tattico duro ma certamente non da rosso diretto, la partita finisce lì con Verdi, Taider, Masina e Maietta che fanno fatica a reggersi in piedi per i crampi.

Peccato per questa sconfitta contro il Genoa, infatti fino a quando la partita è stata in parità numerica, il Bologna stava facendo vedere un’ottimo calcio,  mettendo in difficoltà la retroguardia del Genoa.

Buone  sensazioni per la condizione fisica di Mattia Destro e dalle belle giocate del centrocampo rossoblu di Taider e di Nagy bravo anche in interdizione, bella prestazione anche per Adam Masina fino a quando la condizione lo ha assistito oltre alla solita partita mostruosa di Mimmo Maietta, dopo la pausa per gli impegni della nazionale affronteremo la Lazio allo stadio Olimpico senza Gastaldello e Dzemaili ma con una convinzione in più, lo dico oggi che il Bologna ha perso, la squadra di Donandoni e’ una bella realtà e sta portando avanti un gioco propositivo molto interessante e ci darà parecchie soddisfazioni.

Bologna-Genoa 0-1
Marcatore: Simeone 32’ s.t.
Bologna (4-3-3): Da Costa 6,5; Krafth 6, Gastaldello 4, Maietta 7, Masina 6,5 ; Taider 6,5, Nagy 6,5 (Oikonomou 5 1’ s.t.), Dzemaili 5; Verdi 6 (Di Francesco s.v. 35’ s.t.), Destro 6,5 Krejci 6(Rizzo 5 18’ s.t.). All. Donadoni 6.
Genoa (3-4-1-2): Perin 6; Izzo 6, Burdisso 6, Gentiletti 5; Lazovic 6 (Orban s.v. 41’ s.t.), Rincon 6 (Ntcham 6 17 s.t.), Veloso 6, Laxalt 7; Rigoni 6,5; Gakpé 5,5 (Ninkovic 5,5 27’ s.t.), Simeone 7,5. All. Juric 6,5. Arbitro: Maresca di Napoli 3

Espulso: il tecnico del Genoa Juric per proteste al 41’ p.t., Gastaldello per proteste al 44’ p.t., Gentiletti per doppia ammonizione al 40’ s.t., Dzemaili per gioco violento al 42’ s.t. Ammoniti: Gentiletti, Veloso, Rincon, Simeone. Spettatori: 18.840.

 

About the Author

Andrea Schiavina
Nato a Bologna il 19/06/1965 titolo di studio Geometra, sport praticati a livello agonistico Nuoto, Pallanuoto, Football americano e Tennis. Appassionato di sport in genere, sono osservatore di calcio professionista, collaboro con Radio Nettuno, Abito a grizzana Morandi in provincia di Bologna sposato

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter