Sci alpino – Gigante Riccardo Tonetti 4°

epa06519632 Riccardo Tonetti of Italy in action during the Downhill portion of the Men's Alpine Combined race at the Jeongseon Alpine Centre during the PyeongChang 2018 Olympic Games, South Korea, 13 February 2018. EPA/CHRISTIAN BRUNA

L’unica certezza è sempre lui, Marcel Hirscher. Nella prima manche dello slalom gigante di sci alpino dei Giochi Olimpici Invernali di PyeongChang 2018, il campione austriaco fa valere la legge del più forte, impressionando per continuità d’azione e dando un saggio delle sue eccezionali doti in questa specialità.

Un tracciato filante nel quale non si deve girare troppo intorno al palo ma lasciar andare gli sci e Hirscher lo fa alla grande. 1’08″27 per lui con 63 centesimi di vantaggio sul francese Alexis Pinturault, partito con il pettorale n.1, che scia bene ma non abbastanza per tenere il passo dell’asso del Circo bianco. In terza piazza il sorprendente norvegese Leif Kristian Nestvold-Haugen, in grado di interpretare alla perfezione il tracciato e piazzarsi a 66 centesimi in zona podio.

In quarta piazza un eccezionale Riccardo Tonetti, bravissimo in tutte le sezioni della pista, comprendendo come assecondare le asperità dell’insidiosa neve sudcoreana. Attaccando dalla prima all’ultima porta l’azzurro si regala un crono a soli 9 centesimi dalla terza posizione ed in piena corsa per la top3 per cui nella seconda manche ne vedremo delle belle. C’è da dire che un altro azzurro stava facendo ancor meglio.Ci riferiamo a Luca De Aliprandini in lizza per il podio ed addirittura più veloce di Hirscher nella parte alta. Una sciata stupenda quella dell’italiano che, però, per eccesso di foga vanifica tutto a due porte del traguardo, non riuscendo ad assorbire un piccolo dosso ed andando a sbattere violentemente contro le prestazioni. Dopo alcuni minuti di apprensione, per fortuna nulla di serio per lui anche se i rimpianti non mancano. Per quanto concerne gli altri due rappresentanti del Bel Paese in gara 15esima e 17esima piazza per Manfred Moelgg e Florian Eisath non così a loro agio su un gigante così veloce.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter