Sassuolo-Lucerna 3-0 il sogno Europeo continua

REGGIO NELL'EMILIA, ITALY - SEPTEMBER 27: Domenico Berardi of Sassuolo in action during the Serie A match between US Sassuolo Calcio and AC Chievo Verona at Mapei Stadium - Città del Tricolore on September 27, 2015 in Reggio nell'Emilia, Italy. (Photo by Giuseppe Bellini/Getty Images)

Il Sassuolo non gioca sulla difensiva dopo l’1-1 dell’andata e chiudono la pratica svizzera in 64′: doppietta di Domenico Berardi , tris di Defrel. La squadra di Babbel rimane in 10dal 39′ per l’espulsione di Costa, ma il successo degli emiliani é comunque netto.

FORMAZIONI:
Di Francesco non cambia nulla rispetto alla squadra scesa in campo nella prima partita. Nel consueto 4-3-3 degli emiliani, fra i pali c’è Consigli, mentre la difesa vede Gazzola a destra, Peluso a sinistra e la coppia Cannavaro-Acerbi al centro. A centrocampo accanto al regista Magnanelli ci sono Biondini mezz’ala destra e Duncan mezz’ala sinistra. In attacco Defrel agisce da centravanti, con Berardi e Sansone ai suoi lati.

Formazione sostanzialmente invariata anche per Markus Babbel, che nel 4-4-2 opera un’unica modifica rispetto alla partita di andata, ovvero l’inserimento in attacco di Kryeziu.
Davanti al portiere Zibung, C. Schneuwly e Lustenberger sono i due terzini, con coppia centrale Costa-Puljic. A centrocampo sulle fasce agiscono Hyka e Jantscher, mentre Haas e Neumayr sono gli interni. L’unica novità come detto riguarda il reparto offensivo, con l’inserimento di Kryeziu come partner di M. Schneuwly.

CRONACA:
Il goal subito in casa nel match d’andata obbliga il Lucerna a proiettarsi subito in avanti e così la prima occasione capita dopo pochissimi secondi, con Neumayr che non inquadra lo specchio della porta. Il Sassuolo subisce l’iniziativa ospite e solo al decimo riesce a farsi vedere dalle parti di Zibung, ma Defrel spreca calciando di poco a lato da ottima posizione. Con il passare dei minuti il ‘Sasol’ guadagna metri ed alla seconda opportunità non fallisce: Berardi riceve palla al limite dell’area di rigore e con un sinistro chirurgico non lascia scampo a Zibung.
Il goal messo a segno sblocca mentalmente la formazione di Di Francesco, che fa girare palla senza frenesia e con l’attenzione di non concedere spazi agli avversari. Lo spettacolo in campo non è dei migliori; solo Berardi prova a regalare qualche emozione ma non viene supportato a dovere. E così a pochi minuti dalla fine del primo tempo decide di fare tutto da solo, facendosi stendere in area di rigore da Ricardo Costa: cartellino rosso per il difensore e calcio di rigore. E’ lo stesso numero 25 a presentarsi sul dischetto ed a trafiggere Zibung per la seconda volta.
Quello della ripresa è un Lucerna rassegnato e con poche idee, mentre il Sassuolo vuole mettere la parola fine al discorso passaggio del turno. Sansone e Berardi ci provano dalla grande distanza con poca fortuna, Defrel si lascia ipnotizzare da Zibung sul perfetto filtrante proprio del numero 10. Il goal è nell’aria ed arriva pochi istanti più tardi con l’ex Cesena che timbra il cartellino con un preciso colpo di testa sul traversone di Duncan.
Il 3-0 scatena la festa del Sassuolo sugli spalti. Di Francesco dà il via alla girandola di cambi, in cui trova spazio anche l’ovazione per Berardi. Il Lucerna prova ad uscire dalla competizione a testa alta, ma con scarsi risultati.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter