Sampdoria e Atalanta non si fanno male: al Ferraris finisce 0-0

I nerazzurri rimandano nuovamente il ritorno alla vittoria, mentre la squadra di Ranieri prosegue la propria lenta risalita dopo il colpo in casa della SPAL. Espulso Malinovskyi a un quarto d’ora dalla fine

FORMAZIONI:

Sampdoria (4-4-2): Audero; Bereszynski, Ferrari, Colley, Murru; Depaoli, Vieira, Ekdal, Jankto; Bonazzoli, Quagliarella. All. Ranieri.

Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Palomino, Djimsiti; Hateboer, De Roon, Pasalic, Castagne; Malinovsky; Gomez, Muriel. All. Gasperini.

CRONACA:

I blucerchiati si difendono con ordine, senza concedere spazi né centralmente né sulle fasce, solitamente punto di forza delle squadre allenate da Gasperini: ne esce un match soporifero e dai pochi sbocchi offensivi, e non è un caso se il primo vero tiro in porta è una punizione di Malinovskyi al tramonto della prima frazione, sulla quale si esalta Audero. Muriel è in giornata no, ‘Papu’ Gomez nella morsa della marcatura ad uomo che non gli permette di tramutare in azioni pericolose i suoi scatti in velocità. Il match rischia di assumere una piega diversa quando Malinovskyi interviene in ritardo su Vieira, pochi minuti dopo un intervento di Ferrari su Barrow forse in chiara occasione da rete: Irrati estrae il secondo giallo per l’ucraino.

L’uomo in più infonde energie supplementari alla Sampdoria che ci prova con maggiore insistenza fino agli ultimi minuti, senza trovare il varco giusto per andare a segno. Ma poco male: la cura Ranieri, per ora, sta dando i propri frutti.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter