Ruggero Tita e Caterina Banti fanno la storia: medaglia d’oro nella classe Nacra 17

Ruggero Tita e Caterina Banti fanno la storia dello sport italiano: medaglia d’oro nella classe Nacra 17 a Tokyo 2020. La vela italiana torna sul podio olimpico 13 anni dopo l’ultima volta

Quello formato da Ruggero Tita e Caterina Marianna Banti è il primo equipaggio misto della storia dello sport italiano a vincere una medaglia d’oro olimpica. Dovevano chiudere entro i primi sei posti nella Medal Race della classe Nacra 17, Tita e Banti non hanno avuto il “braccino” reggendo la pressione della pettorina gialla dei leader della classifica generale e piazzando dunque il blitz finale per centrare il traguardo da sogno, il sogno di una vita.

Gara accorta, perfetta, quella del binomio azzurro, che marca stretto l’imbarcazione inglese e chiude sesto al traguardo; proprio appena dietro alla Gran Bretagna, di giustezza e sangue freddo. Medal Race senza nessuna ombra quella di Tita-Banti, quinta medaglia d’oro per l’Italia a Tokyo 2020. Argento per la Gran Bretagna, bronzo per la Germania a completare il quadro.

Dopo tredici anni di astinenza – l’ultima fu Alessandra Sensini nel windsurf, argento nella classe RS:X – la vela azzurra torna sul podio olimpico, addirittura sul gradino più alto. 29esima medaglia, nel frattempo, per la stellare spedizione azzurra: continua la caccia al record assoluto, quello di Roma 1960 e Los Angeles 1932 quando il bottino ammontò a 36 medaglie.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter