ROMA SOLO UN PAREGGIO CON IL VERONA

LA ROMA DI SPALLETTI NON VA OLTRE L’1-1 CON L’HELLAS VERONA

La Roma di Spalletti parte come preannunciato, con un 4-2-3-1 con Pjanic e De Rossi al centro del campo e con Florenzi, Nainggolan e Salah dietro l’unica punta Dzeco. In un primo tempo con non molte occasioni da gol il mister della Roma ha dispensato ordini soprattutto per Nainggolan e De Rossi, in quanto il primo secondo Spalletti aveva il compito di pressare Greco schierato come regista del tecnico degli sclaigeri, mentre il secondo commetteva l’errore  di schiacciarsi troppo sui difensori abbassando così il baricentro della squadra.

Verso lo scadere del primo tempo la Roma ha avuto una palla gol con Dzeko che però non concretizza colpendo prima il palo. Mentre la partita si avviava al termine della prima frazione al 41’ arriva la rete della Roma con un bel lancio di Florenzi per il taglio di De Rossi, il quale dopo aver agganciato molto bene la palla serve con un pregevole colpo di tacco Nainggolan per il suo primo gol stagionale. Durante i minuti recupero del primo tempo Dzeko servito da salah ha l’occasione di realizzare il raddoppio giallorosso ma spedisce altissimo sopra la traversa senza impensierire il portiere avversario.

Al rientro dagli spogliatoi la seconda frazione di gioco riparte con un Verona deciso a recuperare il risultato e la Roma che tenta di cavalcare l’entusiasmo del gol realizzato alla fine del primo tempo, ma ad avere la meglio è la voglia degli scaligeri che dopo vari tentativi prima con Wszolek e successivamente con due occasioni di Rebic riescono al 60’ ad ottenere un calcio di rigore grazie alla sciagurata scivolata di Castan sul giocatore polacco. L’arbitro assegna così senza dubbi il calcio di rigore indicando immediatamente il dischetto, l’incombenza dagli undici metri spetta a Pazzini che realizza tirando un rigore pesantissimo per l’importanza ma rischia grosso in quanto prima di finire in rete la palla colpisce la traversa e poi termina alle spalle di Szczesny.

A questo punto la Roma cerca di reagire cercando di attaccare ma l’impressione è che lo faccia sempre in modo lento e disordinato arrivando al cross in qualche occasione non sfruttate soprattutto da Dzeko e impensierendo poco il portiere dell’Hellas. I peggiori tra i romanisti sono stati Castan, che aveva tranquillizzato il tecnico nei giorni che hanno preceduto la gara assicurandogli una prestazione importante ma forse la troppa voglia di fare bene lo ha portato a sbagliare molto e soprattutto a commettere quel fallo che è costato il gol del pareggio. Altro giocatore ben lontano dalle aspettative di inizio stagione è Dzeko che non riesce a sbloccarsi e che sbaglia gol con troppa facilità anche quando al 93’ si ritrova a colpire di testa tutto solo in area di rigore un cross proveniente dalla destra spedendo la palla sopra la traversa senza regalare nessuna gioia ai suoi tifosi. Forse con quel gol si sarebbe comunque fatto notare il gioco macchinoso della Roma ma almeno sarebbero arrivati i tre punti.

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter