Roma quasi fuori dalla Champions: il Barcellona vince 4-1

La Roma tiene tutto sommato discretamente il confronto con il Barcelona, che però vince nettamente la prima gara dei quarti di finale: solo per la bandiera il gol del momentaneo 3-1 di edin Dzeko. Negato un rigore al bosniaco sullo 0-0. Al ritorno servirà un miracolo per andare in semifinale.

FORMAZIONI:

Barcellona (4-4-2): Ter Stegen; Semedo, Pique, Umtiti, Alba; Roberto, Rakitic, Busquets, Iniesta; Messi, Suarez. All. Valverde.

Roma (4-3-3): Alisson; Peres, Fazio, Manolas, Kolarov; Pellegrini, De Rossi, Strootman; Florenzi, Dzeko, Perotti. All. Di Francesco.

CRONACA:

La Roma priva di Nainggolan costringe Di Francesco a schierare una Roma diversa con Florenzi alto a destra, Pellegrini in mediana e Bruno Peres in difesa, mentre il Barcellona schiera Sergi Roberto al posto di Dembele. La gara parte con la Roma che gioca con personalità in casa dei colossi catalani e la partita è bella viva. I ragazzi di Di Francesco giocano alti e pressano bene e soprattutto non concedono molto, i giallorossi rischiano solo per errori frutto della loro imprecisionee il primo spavento arriva con il palo di rakitic ma la Roma non si disunisce e continua a giocare e ad essere concentrata. In casa giallorossa è Dzeko a recriminare un rigore netto e cristallino che l’arbitro non concede e sullo 0-0 era una possibilità concreta di passare in vantaggio e giocare una partita molto diversa. Al 38′ i ragazzi di Di Francesco regalano il primo gol con l’autogol di De Rossi ed anche in questa occasione la Roma resta attenta, aggressiva e determinata, anche se sempre un po imprecisa. Con la Roma vogliosa di ottenere un pari meritato arriva il secondo rigore negato ai giallorossi fischiando invece una punizione dal limite. Squadre al riposo con i catalani in vantaggio e i capitini ad inseguire. Nella ripresa pronti via e la Roma spreca il pari con Perotti, ma se giochi un quarto di finale di champions contro il Barcellona se capitano queste occasioni e queste palle gol vanno sfruttate. Al 55′ secondo regalo con Manolas che batte il proprio portiere e qualche minuto dopo, esattamente al 59′, Fazio non copre sulla respinta di Alisson e Pique insacca. Sul tre a zero la Roma subisce il colpo e sbaglia palloni semplici ma al 80′ è Dzeko a riaprire le speranze facendo il gol che accorcia le distanze e permette alla Roma di crederci. Ter Stegen compie due miracoli prima Defrel e poi su Perotti ma a chiudere la partita e la qualificazione è Suarez che assist regalato da Gonalons sigla il definitivo 4-1. Una bella Roma che però è stata poco cinica e molto imprecisa contro un Barcellona che si è limitato a sfruttare i regali che la Roma le ha fatto.

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter