Roma letale nella ripresa: Brescia ko 3-0

Ad un primo tempo quasi soporifero, la Roma risponde con un’autentica sfuriata nella ripresa: vanno a segno i centrali difensivi Smalling e Mancini, più Dzeko. Giallorossi che ritrovano momentaneamente il quarto posto a 25 punti in attesa di Lecce-Cagliari. Il Brescia resta ancorato a fondo classifica

FORMAZIONI:

Roma (4-2-3-1): Lopez; Florenzi, Smalling, Mancini, Kolarov; Diawara, Veretout; Zaniolo, Pellegrini, Kluivert; Dzeko. All. Fonseca.

Brescia (4-3-1-2): Joronen; Sabelli, Cistana, Chancellor, Martella; Bisoli, Tonali, Ndoj; Romulo; Torregrossa, Donnarumma. All. Grosso.

CRONACA:

In un Olimpico bagnato dalla pioggia,dopo la sosta delle nazionali, arriva una gara importantissima per entrambe le squadre. la Roma conquistando i tre punti resta appesa alla classifica che conta, potendo sfruttare lo stop dell’Atalanta e il pari del Napoli nella giornata di ieri, mentre il Brescia aveva l’obiettivo di muovere una classifica difficile. Fonseca per la sua Roma recupera pellegrini che è in grado di giocare buona parte della gara, così che mancini può tornare al centro della difesa con Smalling e sulle fasce Kolarov e capitan Florenzi che dopo 6 gare in panchina torna titolare. A centrocampo schiera veretout e diawara, mentre dietro Dzeko giocano Zaniolo pellegrini e Kluivert. Grosso invece di affida al solito Brescia solo che davanti vengono schierati Donnarumma e poi il rientrante Torregrossa, che sostituisce il ribelle Balotelli, che non si smentisce mai nel creare problemi ai suoi allenatori. Primo tempo poco brillante con la Roma che gioca a marce ridotte e allora il Brescia ci crede a poter far male ai giallorossi. Con Donnarumma, le rondinelle ci vanno vicino due volte e infatti tra i due portieri quello impegnato è Paulo Lopez. La squadra di Fonseca crea gioco ma al momento di concludere o fare l’ultimo passaggio c’è l’errore e questo manda su tutte le furie il tecnico portoghese che chiede più precisione nella fase clou della manovra. Il primo tempo finisce in parità. Nella ripresa ecco che scende in campo una Roma diversa, più cattiva e più cinica, infatti al 49′ grazie ad una deviazione Smalling porta in vantaggio la Roma e da qui cambia tutto, la Roma diventa cattiva più aggressiva mentre il Brescia,piano piano, si disunisce cosicché i giallorossi ne approfittano e con mancini al 57′, realizzando un gran gol, e Dzeko al 66′ portano la Roma sul 3-0. Oltre ai tre gol alla Roma vengono annullati altri due gol e Joronen compie un intervento importante su Dzeko servito da Mancini. Dopo che la Roma capisce di aver messo in cassaforte la gara ecco che si distrae e il Brescia in un momentaneo risveglio ci prova ma il VAR annulla il gol a che ai ragazzi di grosso. Un buon secondo tempo dei giallorossi permette di portare a casa una vittoria importantissima contro un Brescia che dovrà cercare di risolvere la questione Balotelli prima della prossima giornata, perché ci sarà il derby in casa contro l’Atalanta. migliore in campo per la Roma Veretout, uomo ovunque dei giallorossi, e per il Brescia Torregrossa che al suo rientro ha giocato una buona gara.

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter