ROMA – FROSINONE 3-1

calciomercato.com

El Shaarawy con ritorno da favola fa volare la Roma

La Roma date le assenze torna ad 4-2-3-1 con Szczesny in porta, Rudiger terzino Manolas, De Rossi al centro e Zukanovic a sinistra, con Keita e Pjanic in regia e Salah, Nainggolan e El Shaarawy dietro a Dzeko. Un Frosinone schierato secondo le aspettative con Leali tra i pali, difesa a quattro con Rosi, Blanchard, Ajati e Pavlovic, in mediana con Frara, Sammarco e Chibsah e in attacco il tridente Ciofani, Soddimo e Dionisi. La Roma parte determinata ma i ciociari restano  ordinati e compatti creando problemi nello sviluppo del gioco ai giallorossi che dopo un tentativo con Dzeko sbloccano il risultato con Nainggolan 18′. Intorno alla metà della prima frazione di gioco nel momento in cui i giallorossi pensavano di avere la strada in discesa dato dal vantaggio del giocatore belga arriva il pareggio del Frosinone che al 24′ sfrutta l’ennesima disattenzione stagionale dei capitolini che permettono a Chibsah di avanzare indisturbato sulla trequarti e servire Ciofani che dopo un buonissimo controllo di palla mette alle spalle di Szczesny il pareggio gialloblu. Il primo tempo prosegue con un buon Frosinone e una Roma che alterna momenti di buon gioco a momenti di completa amnesia che permette agli avversari di creare situazioni di ansia vicino alla porta giallorossa. Il secondo tempo inizia con la Roma decisa a voler tornare alla vittoria e con una prodezza del neo acquisto El Shaarawy mette a segno un gol bellissimo di tacco portando in vantaggio i giallorossi. La partita prosegue con la Roma intenzionata a chiuderla e il Frosinone attento e speranzoso di riagganciare il pareggio. Al 15′ Spalletti decide di togliere Dzeko, che in settimana ha avuto qualche problemino fisico, con Totti che una volta entrato in partita e dopo aver preso la misura al difensori del Frosinone al 39′ serve un assist preciso in profondità per Pjanic che con un diagonale preciso mette dentro il terzo goal dei giallorossi e chiude la partita. Dopo tutto Spalletti può essere soddisfatto perché il processo di crescita si vede, il gioco a tratti è più fluido e seppur non avendo giocato benissimo sono arrivato i tre punti e sono punti importanti per muovere la classifica e per il morale dei giocatori. Il Frosinone resta impigliato sempre al penultimo posta in classifica.

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter