ROMA – FIORENTINA 4-1

L’anticipo del venerdì vede di scena all’Olimpico il big match Roma-Fiorentina che vale momentaneamente il terzo posto.

La partita parte con una Fiorentina tonica, che con Ilicic, due volte, tenta di ottenere il vantaggio, ma senza successo. Piano piano la Roma prende le misure e comincia a giocare creando al 15′ un occasione con Salah. Al 22′ arriva il vantaggio giallorosso con Pjanic che serve, con un bel passaggio filtrante, Salah che si invola in leggero fuorigioco verso la porta viola e mette al centro dove trova El Shaarawy che insacca. Roma in vantaggio e Fiorentina che prende il colpo e inizia una serie di sbagli gratuiti e la Roma tenta di approfittarne giocando un bel calcio veloce e aggressivo. Al 25′ raddoppio romanista con Salah complice una deviazione decisiva di Astori, al 27′ gli uomini di Spalletti possono assestare un uno-due micidiale ma Perotti involatosi verso Tatarusanu su errore di Astori coglie il palo. Al 29 Sousa perde per infortunio Borja Valero e lo sostituisce con Tello e al 33′ perde Vecino, sempre per infortunio, sostituito da Badelj. Al 38′ la Roma segna il terzo gol con Perotti su assist di El Shaarawy. La Fiorentina è in bambola ma ci pensa Digne ha rianimarla che, ancora una volta, con un errore da principiante atterra Ilicic e regala il rigore ai viola. A nostro avviso, come contro il Real sul raddoppio madridista, arretra troppo e quando decide di contrastare l’attaccante della Fiorentina lo fa male intervenendo in area, in scivolata ed in ritardo, tra errori in un intervento solo…non male!!! Ilicic realizza a la squadra di Sousa accorcia le distanze. Il secondo tempo inizia con la Fiorentina determinata a riaprire la partita e al 3′ arriva alla conclusione con Roncaglia ma il bolide del difensore viola termina al lato sinistro della porta giallorossa. Al 12′ arriva il quarto gol della Roma con Salah, su splendido assist di pjanic, che chiude il match anche se la viola non molla a cerca di giocare ma i capitolini controllano molto bene la partita. Episodio dubbio in area romanista alla metà del secondo tempo con un intervento di Nainggolan su l’attaccante viola ma Irrati lascia correre, a nostro avviso poteva starci il penalty. Al 76′ l’Olimpico di scalda, ecco che a bordocampo è pronto ad entrare capitan Totti che dopo qualche preziosismo allo scadere della partita coglie un palo su punizione e dopo 2 minuti di recupero l’arbitro fischia la fine. La Roma può ritenersi soddisfatta perché oggi ha dimostrato cinismo, corsa, grinta e capacità di gestione della partita, a parte qualche errore dei singoli (vedi Digne in occasione del rigore) e su quello Spalletti deve lavorare. La Fiorentina di Paulo Sousa ha dimostrato qualità ma forse un primo tempo sottotono, causa anche i due cambi forzati e il merito dei giallorossi, ha compromesso il match. In tutti i modi il terzo posto sarà una bella lotta da qui a fine campionato.

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter