Roma fermata dal Wolfsberger: in Austria è 1-1

La squadra di Fonseca non riesce a espugnare Graz: l’ex atalantino firma il vantaggio nel primo tempo, ma nella ripresa Liendl pareggia con uno splendido sinistro. In vetta al raggruppamento restano proprio i giallorossi e gli austriaci

FORMAZIONI:

Wolfsberger (4-3-1-2): Kofler; Novak, Sollbauer, Rnic, Schmitz; Schmid, Leitged, Ritzmaier; Liendl; Weissman, Niangbo. All. Struber.

Roma (4-2-3-1): Mirante; Santon, Fazio, Mancini, Spinazzola; Diawara, Cristante; Zaniolo, Pastore, Kluivert; Kalinic. All. Fonseca.

CRONACA:

Fonseca in questa seconda gara di Europa League tra defezioni e scelte tecniche rivoluziona la formazione, lasciando a riposi big di squadra perdendo all’ultimo giocatori importanti oltre a quelli già noti. Dalla panchina infatti partono Pau López, Dzeko e Kolarov lasciando spazio a Mirante, Kalinic e Spinazzola. A riposo precauzionale finisce anche Florenzi che lascia il posto a Santon mentre sulla trequarti dentro pastore e fuori Pellegrini operato con successo al piede per la mi frattura del quinto metatarso. La gara parte subito con la Roma che vuole fare la partita ed il Wolfsberger. La Roma prova a giocare ma la prima palla gold capita agli austriaci ma Mirante è aa sono giallorossi a provare ad impensierire l’estremo difensore di casa. Al 27′ è Spinazzola infatti che su cross di pastore con un po’ di fortuna per via del rimpallo di testa porta in vantaggio gli ospiti. Roma al riposo in vantaggio per 0-1. Ripresa con il Wolfsberger che parte alla ricerca del pari e dopo una manciata di minuti ecco arrivare il pari di Liendl. La Roma però in questo secondo tempo crea più degli austriaci e con le occasioni capitate sui piedi di Zaniolo, Kalinic e pastore non è riuscita a creare quanto prodotto. La gara si avvia verso il finale e un pari consente alle due squadre di mantenere la vetta del girone a pari merito. Certo è che la Roma doveva fare di più sia per le a loro ambizioni nella competizione e sia per la classifica ma l’assenza dei big elettronica varie assenze dimostrano quanto l’ossatura base di questa squadra sia utile per ottenere dei risultati. Migliore in campo per la roma pastore mentre per il Wolfsberger Liendl. il camino in coppa è ancora lungo ma per vincere la Roma deve imparare d essere più cinica.

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter